vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Demolizione barche da pesca, si sblocca la vicenda. Venittelli: non perderemo i fondi

Più informazioni su

ROMA. Un altro risultato importante quello maturato in Consiglio di Stato sulla vicenda del bando per la demolizione dei natanti da pesca in disarmo. Con l’inammissibilità dichiarata dall’organo di secondo grado della giustizia amministrativa si sbloccherà finalmente la graduatoria utile a erogare contributi per 25 milioni di euro, che erano sub-judice e rischiavano di essere persi”.

Commenta così l’onorevole del Pd Laura Venittelli, responsabile nazionale per la Pesca e l’acquacoltura del Partito democratico la decisione assunta dai magistrati di Palazzo Spada.

“Il rischio concreto che il cospicuo fondo europeo tornasse indietro a fine anno è stato così sventato e una boccata d’ossigeno potranno tirarla tutte le imprese di pesca che hanno presentato la domanda e che vennero inseriti nella graduatoria utile già dal settembre scorso. Tuttavia, ciò che insegna questa vertenza è la necessità della categoria di fare rete, riconoscendo le esigenze e le peculiarità delle zone ove vi siano prerogative o condizioni di maggiore disagio. Nel caso di specie il ricorso era stato promosso da operatori che agivano fuori dal contesto territoriale dell’obiettivo convergenza, iniziativa che avrebbe potuto compromettere seriamente le opportunità della marineria italiana ricadente nel medesimo ambito”.

L’onorevole Venittelli in proposito era stata promotrice anche di una interrogazione in Commissione.

redazione@vastoweb.com

 

Più informazioni su