vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Respinta la mozione della minoranza per il trasporto scolastico

Più informazioni su

SAN SALVO. E’ stata respinta la mozione dei sette consiglieri di minoranza (Angelucci, Cilli, D’Addario, Di Stefano, Marchese, Mariotti e Sannino) che chiedeva al Sindaco e alla Giunta “di stanziare adeguate somme per contribuire a coprire o quantomeno a ridurre i costi da sostenere per l’abbonamento al trasporto scolastico”. 
I Consiglieri di Minoranza dopo aver preso atto dello spostamento della Scuola Media “S. D’Acquisto” in quanto soggetta ad adeguamento sismico, ed avere verificato che molti alunni devono ricorrere ai mezzi pubblici per raggiungere la sede provvisoria di Via Pertini, con conseguente aggravio economico per diverse famiglie, soprattutto delle fasce meno agiate della popolazione che hanno anche più di due figli (oltre 200,00 euro all’anno per un singolo abbonamento), proponevano, vista l’eccezionalità della situazione, un intervento, anche parziale, per andare incontro ai cittadini meno abbienti. 
“Durante il consiglio comunale il Sindaco Magnacca -dichiarana i consiglieri di minoranza- , dopo avere fatto un comizio gratuito su come è stata costruita la scuola media e su argomenti che non c’entravano nulla con la discussione, ha detto testualmente che “chi pagava già dagli anni scorsi deve continuare a pagare e chi non pagava in questa fase deve cominciare a pagare, che non esistono cittadini di seria A e serie B”. Fermo restando che quando c’erano “quelli di prima” del Centrosinistra il trasporto era gratuito per tutti i bambini, fermo restando che la scuola è stata costruita con i modi e i tempi di decine e decine di anni fa, fermo restando che l’adeguamento sismico ci vede favorevoli e convinti, ci stupisce che in una fase di emergenza come questa il Sindaco liquidi la questione tariffe con tanta superficialità e arroganza!
Il Sindaco dimentica che moltissimi di quei bambini che ora pagano e che adesso “si devono abituare a pagare” andavano a scuola a piedi perché residenti nelle adiacenze della scuola! Non era questa l’occasione giusta per fare un ragionamento generale su tutta la popolazione scolastica delle scuole medie inferiori e programmare un intervento a vantaggio ditutte le famiglie sansalvesi? 
Ma la cosa più grave è stata un’altra: accortasi della gaffe il sindaco Magnacca ha chiamato il consigliere di maggioranza Ialacci e gli ha fatto dire in consiglio che se “la Minoranza ritirava la mozione si sarebbe provveduto alla redazione di un Regolamento per provvedere alla riduzione dei costi!”. Ma come? Prima “si deve pagare e basta” e poi “possiamo fare un regolamento” ammettendo che la Minoranza ha ragione a sollevare la questione! A quel punto il Consigliere Argirò faceva giustamente notare l’incoerenza e la confusione del Sindaco che un minuto prima aveva detto di no e un minuto dopo poteva dire di sì! 
Il Sindaco allora, nella sua consueta permalosità, dava ordine di BOCCIARE la mozione della Minoranza! Questi sono i fatti, questa è l’amministrazione comunale di San Salvo a guida Magnacca oltre la propaganda e le fotografie a comando. Continueremo ad incalzare questa maggioranza affinché i cittadini possano sentirsi rappresentati e sappiano che in comune c’è chi avanza sempre proposte e idee concrete per alleviare costi e tasse che in un periodo come questo incidono troppo sulla vita delle famiglie e della comunità. Grazie Sindaco Magnacca, grazie centrodestra di San Salvo che non avete voluto accettare una proposta di buon senso per il bene della nostra gente e dei nostri bambini”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su