vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Operazione europea "Selt Belt", utilizzo dei sistemi di sicurezza passiva a bordo dei veicoli

Più informazioni su

CHIETI. E’ soprattutto una gigantesca operazione di sensibilizzazione all’utilizzo da parte degli automobilisti dei sistemi di sicurezza passiva a bordo dei veicoli quella promossa dal Network europeo delle polizie stradali “Tispol” e che si è conclusa nella giornata di ieri in 29 Paesi europei, Svizzera compresa; per tre giorni consecutivi, 9 – 11 ottobre, le pattuglie in servizio di vigilanza stradale hanno avuto quale primario obiettivo quello di controllare il rispetto dell’obbligo di utilizzo delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini. Per la provincia teatina l’operazione ha prodotto una ventina di contesti con riferimento all’art. 172 C.d.S., che prevede in caso di violazione una sanzione amministrativa pecuniaria e la decurtazione di cinque punti (se a commettere la violazione è il conducente del veicolo) con il corollario della sospensione della patente di guida se si commette la seconda violazione nel biennio successivo alla prima.   Il corretto utilizzo dei sistemi di ritenuta costituisce una fondamentale regola di sicurezza stradale che però non ha ancora attecchito in maniera massiva come stanno a dimostrare i dati dei contesti elevati nella nostra provincia e più in generale le statistiche elaborate dall’Istituto Superiore di Sanità secondo le quali a fronte di una percentuale di conducenti osservanti che raggiungerebbe il 65% secondo una media statistica nazionale (ma ovviamente le percentuali cambiano sensibilmente se la statistica si concentra sulle macroaree Nord-Centro-Sud), la percentuale dei passeggeri che indossano le cinture o che sono assicurati ai sistemi di ritenuta scende addirittura al 10% o poco più. I risultati complessivi della campagna “Seat-Belt” saranno raccolti dagli uffici capo maglia e successivamente trasmessi, per il monitoraggio e le iniziative da proporre ai Governi, al gruppo operativo “Tispol”.    La Polstrada teatina continua in ogni caso quotidianamente a produrre ogni sforzo utile affinchè vi sia una costante e permanente riduzione degli eventi infortunistici su strada e il decremento delle conseguenze, spesso irreparabili, che da tale triste fenomeno scaturiscono. In tale ottica promuove e richiede ogni collaborazione con i mezzi di comunicazione che possono fornire un formidabile contributo a formare/informare i conducenti sui vantaggi del rispetto delle regole del Codice della Strada. redazione@vastoweb.com

Più informazioni su