vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Strike sulle strade cittadine, venti persone investite da inizio anno

Più informazioni su

VASTO. Venti persone investite dall’inizio dell’anno. In città e sulla riviera. Strike sulle strade cittadine e in periferia. Due mesi fa una vittima: Michele Tilli 45 anni, investito in contrada Zimarino è morto durante il trasporto all’ospedale San Pio. 
Meritò una menzione del Presidente della Repubblica, Pasquale Celenza il nonno vigile che venne investito qualche anno fa davanti alla scuola di via Bachelet per salvare una bambina. Ogni anno il numero di pedoni investiti aumenta. Lo strike ha mietuto anche vittime illustri. La città ha vissuto ore di ansia per il professore Costanzo Marinucci investito in corso Garibaldi. Il docente famoso per le sue traversate a nuoto la scorsa estate era sulle strisce pedonali. Era appena uscito da una tipografia quando venne investito da una vettura di colore grigio. Dopo l’urto ricadde pesantemente sull’asfalto battendo la testa. 
Corso Garibaldi insieme a corso Mazzini, via San Michele e la circonvallazione Istoniense sono le zone più a rischio. A pochi metri dal punto dove ieri è stato investito B.G. un mese fa venne investita una donna che caricava la spesa nel portabagagli dell’auto. “E’ un fatto gravissimo che un cittadino debba essere investito sulle strisce”, ha commentato in diverse occasioni Riccardo Alinovi. 
La stessa cosa è stata ripetuta ieri da Leda Molino vittima di un investimento sempre sulla circonvallazione che le è costato una settimana di ospedale. Lo scorso inverno nelle stesso punto furono investite 3 donne in pochi giorni. E’ evidente che il problema non può restare irrisolto. La città invoca maggiore severità con chi non rispetta il codice e i limiti di velocità ignorando spesso la presenza di pedoni sulle strisce pedonali. paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su