vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Inaugurazione di due esposizioni con opere realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “G. Palizzi” di Lanciano

Più informazioni su

LANCIANO. E’ in programma domani  alle ore 18.00 a l’ hospice “Alba Chiara” di Lanciano e mercoedì 21 ottobre alle ore 10.30 all’ospedale Renzetti  (padiglione Medicina e Neurologia) l’esposizione dei lavori realizzati dagli studenti del liceo artistico “G. Palizzi”. A seguito del progetto “Fly is life”, cha ha visto il coinvolgimento degli studenti del biennio del Liceo Artistico “Palizzi” di Lanciano, nella realizzazione di vere e proprie Opere d’Arte che hanno permesso di  migliorare l’accoglienza e rendere più gradevole l’ingresso del padiglione che accoglie Oncologia, quest’anno in un progetto di più ampio respiro, si inserisce “LabArt_Officina – Laboratorio Sperimentale delle Arti Visive e Plastiche, che rientra nel Programma Operativo Fondo Sociale Europeo (P.O.F.S.E.) che si pone l’obiettivo di creare un ponte tra la scuola e il territorio, integrando diversi interlocutori e professionalità.
Quest’anno, seguendole linee progettuali già segnate per “Fly is Life”, sono state realizzate opere per l’Hospice “Alba Chiara” di Lanciano – struttura residenziale che ha le caratteristiche di una casa, rappresenta un’offerta socio-sanitaria con bassa tecnologia, ma con elevata “intensità assistenziale” e competenze specialistiche; si propone come alternativa all’abitazione della persona ogni qualvolta vi siano situazioni non più gestibili a domicilio, sia che si tratti di sintomi dovuti alla malattia che sono difficili da gestire a casa o di esigenze di altro genere. Le opere realizzate avranno il tema della PORTA
La nostra azione educativa ha cercato di convogliare tutte le energie e le competenze professionali nell’organizzare un ambiente vivo e ricco di stimoli, di proposte e di opportunità per costruire la scuola dell’uguaglianza nella diversità, favorendo strategie di apprendimento e di autostima. Nella pratica laboratoriale, ogni occasione di incontro diviene crocevia di esperienze individuali che si arricchiscono reciprocamente, captano nuovi stimoli, si preparano a tradurre in attività l’avvenuta crescita interiore. 
Il coinvolgimento umano, affettivo, relazionale, cognitivo-corporeo fa si che il ragazzo, prendendo coscienza del suo patrimonio culturale sempre più ampio, possa contribuire a elaborare una nuova cultura che è la continuazione della propria storia e della propria identità. Concept
L’occasione fornirà un’occasione unica per il territorio di entrare in contatto con un progetto di alto valore sociale, di integrazione e collaborazione che fornisca anche una formazione umanistica, scientifica e linguistica; le attività, le procedure, le tecniche, i materiali, gli strumenti, lo sviluppo progettuale e operativo, declinata nella “cultura del fare” non solo nel contatto e nella manipolazione dei materiali (corpi, oggetti, strumenti) ma anche di “fare” qualcosa per il territorio di appartenenza e di socialmente utile.
redazione@vastoweb.com  

Più informazioni su