vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Toghe d'oro, Melone: più formazione e attenzione alla deontologia

Più informazioni su

VASTO. Nel suo intervento, ieri, alla cerimonia per la consegna delle Toghe d’Oro” organizzata dal consiglio dell’ordine degli avvocati di Vasto, il presidente Vittorio Melone ha detto:”L’avvocato è soggetto di rilievo costituzionale, non la causa di ogni malfunzionamento della giustizia. L’avvocato si trova costantemente a mediare, per quanto i recenti orientamenti normativi, che in tal senso impongono, sembrano non ritenerlo. Deve mediare con il proprio assistito, con il collega della controparte, con  il magistrato.  Deve sapere quando è il momento di essere per così dire “elastico”, fino a quanto può esserlo senza tradire il proprio ruolo e senza scendere a compromessi con la propria coscienza, quando è il momento di essere fermi nelle proprie doverose posizioni.
E’ vero anche, e non possiamo negarlo, che a volte la categoria  fa la sua parte nel fornire più di un motivo di critica, con  il comportamento non proprio esemplare di  alcuni suoi esponenti. 
Si tratta probabilmente di un fenomeno fisiologico che va però osteggiato e che ha reso necessario: rivedere gli strumenti sia di controllo che sanzionatori già esistenti; introdurre ed amplificare la portata di iniziative per l’aggiornamento e la formazione continua,  con crescente attenzione alla deontologia. Questa manifestazione –ha aggiunto il presidente Melone- vuole certamente rimarcare il valore della costante  presenza e professionalità  dell’avvocatura, la sua capacità di fare autocritica e rinnovarsi. La sua unicità nel panorama delle professioni”.
Il presidente Melone ha inoltre ricordato che gli avvocati premiati vantano almeno quaranta anni di anzianità d’iscrizione all’albo tenuto dall’ordine.  
“Per uno di loro, l’avvocato Giangiacomo, addirittura 50 anni -ha continuato il presidente Melone- praticamente una intera vita professionale, ed è sorprendente  constatare l’entusiasmo con cui svolgono il proprio compito quotidianamente.  Un visibile entusiasmo che fa comprendere come il tempo trascorso non abbia intaccato l’amore per la professione.  Anzi, come l’abbia piuttosto sempre più aumentato, pur richiedendo un costante e faticoso aggiornamento, uno studio continuo; un costante fronteggiare e superare gli ostacoli occorsi; un costante meditare sui risultati non voluti, rileggendoli per migliorare ed un costante gioire delle positività meritate.
Per chi come noi si trova,  seppure da minor tempo , ad affrontare le stesse emozioni, la figura professionale dei colleghi che oggi festeggiamo diventa un termine di raffronto, una strada da seguire. guardare a voi, insomma, non è come dare uno sguardo nello specchietto retrovisore e vedere semplicemente ciò che è stato.
La storia professionale dei colleghi che oggi festeggiamo deve diventare per tutti noi, ove già non lo sia, un bagaglio culturale di elevato pregio cui far riferimento per meglio guardare il futuro.
Da questo -ha concluso- è nato lo stimolo per questa iniziativa, un riconoscimento per i nostri colleghi che con la loro attività hanno dato lustro alla nostra professione, alla nostra categoria, ed un ringraziamento per averci dato, costruendolo giorno per giorno, e ciascuno a suo modo, un esempio di capacità e professionalità da seguire e per il quale li vogliamo onorare”.
redazione@vastoweb.com  

Più informazioni su