vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il San Salvo vince la stracittadina contro Cupello, Rufini: "Dedichiamo la vittoria a D'Aulerio"

Più informazioni su

SAN SALVO. Antenucci goal e il San Salvo torna a vincere. Applausi a fine partita al Bucci per la vittoria della squadra del presidente Di Vaira nella stracittadina contro il Cupello del presidente Di Francesco. Partita non entusiasmante nel primo tempo ma combattuta. Nella ripresa Antenucci sugli scudi autore di diverse azioni pericolose prima ancora di arrivare al goal, spina nel fianco della difesa ospite.  Facce cupe in casa Cupello dopo l’ennesima sconfitta e la posizione bassa di classifica. Nelle fila rossoblu assente Soria che per decisione della società è stato messo fuori rosa. Presente in tribuna anche il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, con la felpa dell’US, l’assessore allo sport Chiacchia e diversi rappresentanti dell’amministrazione comunale.  Il San Salvo voleva i tre punti per lasciare alle spalle la “pareggite” e tornare a fare bottino pieno in un campionato dove vuole ricoprire un ruolo di vertice. Il Cupello voleva uscire da un periodo di ombra e invece non è riuscito a ribaltare la situazione nonostante abbia combattuto in campo.  Consegnata prima del fischio d’inizio una targa ricordo al massaggiatore Nicola Pezzotta per i suoi 25 anni di attività nel San Salvo. La vittoria è stata dedicata da mister Rufini a nome di tutta la squadra e società a fine partita al giocatore Francesco D’Aulerio ai box per un brutto infortunio. 
Al 10′ calcio d’angolo battuto da Avantaggiato per il Cupello. Di testa ci prova Benedetti, troppo centrale e flebile per impensierire il giovane portiere classe ’96 del San Salvo, Colanero. Al 22′ il Cupello reclama per un fallo del portiere in area di rigore. L’arbitro D’Ettorre di Lanciano non concede il penalty. Triglione pesca Di Ruocco in area, il furetto del San SAlvo cerca di liberarsi dell’avversario, tira batti e ribatti e palla che finisce tra le braccia di Marconato.  San SAlvo prova a rendersi pericoloso: Marinelli per Antenucci che di testa ci prova ma nulla di fatto. La prima vera azione da goal ed emozione del match arriva al 40′ con Antenucci che da fuori area lascia partire un tiro su cui si stende e arriva con la punta delle dita Marconato che salva il risultato.  Il primo tempo si chiude sullo 0-0 senza grossi sussulti.
Nella ripresa al 10′ Antenucci in area si libera di benedetti e lascia partire un diagonlae che Marconato para in due tempi. Passano solo 2 minuti e ancora Antenucci in diagonale dalla destra da dentro l’area di rigore prende il palo interno alla destra di Marconato, stupore sul viso del giocatore per il goal che sfuma di un soffio. Al 19′ Monachetti fa tutto da solo ma perde proprio all’ultimo momento il tempo per il tiro riece però a procurarsi un calcio d’angolo. Sugli sviluppi è ancora lui ad essere pericoloso. Triglione crossa e trova Antenucci ch al volo tira in porta. Applausi per il numero 11 del San Salvo. Torna in campo Quaranta dopo più di un mese di assenza.  Al 32′ il risultato cambia. San Salvo in vantaggio. Proprio l’ultimo entrato il centrocampista Quaranta serve palla ad Antenucci che, complice anche una disattenzione di Marconato, con un pallonetto di controbalzo gonfia la rete. San Salvo 1-Cupello 0. Sfortunato Quaranta costretto ad abbandonare il campo per un riacutizzarsi del problema che lo ha tenuto fuori già per diverso tempo.  Al 45′ Antenucci cross teso che attraversa da destra tutta l’are di rigore non trovando nessuno davanti alla linea di porta pronto a buttarla dentro per il 2-0.  Finisce dopo 5 minuti di recupero con il San Salvo in festa e il Cupello che si lecca le ferite. tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su