vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Condannato per duplice omicidio, Del Vecchio sta male, si riapre il caso?

Più informazioni su

VASTO. Da anni è in cura nel carcere di Torino , ma Marco Del Vecchio continua a stare male. Dal carcere piemontese dove l’uomo sta scontando la condanna a 20 anni per l’uccisione dei genitori, Emidio Del Vecchio, 72 anni, e Adele Tumini, 68, non arrivano notizie di miglioramento. 
Del Vecchio avrebbe manifestato evidenti turbe. “Avevo ragione” dice il suo legale, l’avvocato Raffaele Giacomucci. “Ho chiesto per ben due volte la perizia psichiatrica proprio per questo”, ricorda Giacomucci. L’avvocato, dopo aver letto le motivazioni della sentenza, si dichiarò a suo tempo soddisfatto. Il pm Enrica Medori, invece, ha deciso di ricorrere in Cassazione.
I corpi senza vita di Emidio Del Vecchio e della moglie Adele furono scoperti la mattina del 18 novembre 2012. Le vittime, straziate da centinaia di coltellate, erano avvolte dalle coperte e nascoste sotto il letto del figlio Marco. Quest’ultimo fu arrestato dopo poche ore in stato confusionale. Dopo una serie di perizie il 27 maggio 2014 si è celebrato il processo di primo grado. Il giudice Anna Rosa Capuozzo ha ritenuto che l’imputato fosse punibile con 30 anni di reclusione, poi diventati 20. 
Si attendono le decisioni della Cassazione ma non è detto che sia l’ultimo atto della vicenda che fin dall’inizio ha riservato infiniti colpi di scena.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su