vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Mesi di cortisone, i medici pensavano avesse la polmonite e invece era un nocciolo di ciliegia

Più informazioni su

AIELLI. La storia fa sorridere ma lascia anche sconcertati. Un cinquantenne sarebbe stato curato per cinque mesi con dosi di cortisone per curare una sospetta polmonite fino a quando un provvidenziale colpo di tosse ha rimosso e fatto espellere un nocciolo di ciliegia, ingerito qualche mese prima. 
Sollievo infinito per il protagonista della vicenda a lieto fine. I raggi x a cui era stato sottoposto avevano evidenziato un’anomalia polmonare, ma nessun medico aveva immaginato che quella macchia altro non fosse che un nocciolo di ciliegia.
Alla vigilia di un’ulteriore esame diagnostico, l’uomo, ricoverato in una clinica privata, ha avuto il “salutare” colpo di tosse. Il malato è completamente guarito ed è ritornato a svolgere le sue attività lavorative. “Credo che sia stato un miracolo di Padre Pio” ha dichiarato l’uomo.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su