vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Al capolinea l'inchiesta sui contratti in Comune, c'è il patteggiamento

Più informazioni su

SAN SALVO. Contrattopoli. La vicenda è arrivata al capolinea. Qualche tempo fa è stata emessa con la massima discrezione la sentenza a carico dell’unico indagato. Ieri il Comune ha confermato che sta valutando se e come poter ottenere in sede civile un risarcimento. Per mesi a San Salvo hanno assicurato che non vi fossero persone indagate. Evidentemente così non era visto che un funzionario dell’ente, ha chiesto e ottenuto di poter patteggiare la pena. 
L’uomo assistito dall’avvocato Marco Di Rito ha patteggiato la pena di 2 anni. La pena è stata sospesa. La vicenda è stata coperta dal massimo riserbo perchè pare abbia dato la stura ad altre indagini. Il condizionale è d’obbligo perchè del caso nessuno vuole parlare. Di certo il Comune, che in giudizio si era costituito parte civile rappresentato dall’avvocato Emanuela De Nicolis, non è affatto soddisfatto. 
Il patteggiamento mette fine al percorso penale ma l’amministrazione, ritenendo di aver subito comunque un danno di immagine, sta valutando la possibilità di ottenere un risarcimento. Il caso “Contrattopoli” scoppiò nel novembre 2013. Le fiamme gialle acquisirono una montagna di documenti. Un funzionario del Comune subito dopo il blitz ricevette la notifica di perquisizione e presentò le dimissioni. Nel mirino l’Ufficio contratti in piazza San Vitale. Decine i cittadini ascoltati. L’indagine ha riguardato procedure e documenti relativi all’attività di un ufficio comunale nel periodo compreso fra il 1998 e il 2012. Il Comune ha più volte ribadito che il periodo d’indagine ha riguardato i 14 anni antecedenti l’attuale amministrazione.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su