vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Nuova Tac e pochi medici, Amato: le macchine non funzionano da sole

Più informazioni su

VASTO. Al reparto di radiologia dell’ospedale di Vasto è in arrivo una nuova Tac, ma l’investimento di oltre 500 mila euro non riuscirà a soddisfare esigenze diagnostiche che spaziano dalla diagnostica osteoarticolare a quella vascolare e per lo stoke, non tralasciando i software di endoscopia virtuale e dental-scan. La carenza di medici radiologi è già stata da tempo segnalata dal responsabile del reparto. 
Il personale costituito da nove persone è attualmente è ridotto e non riesce a soddisfare le richieste in vista anche delle ferie dei medici in servizio, per snellire la lunga richiesta di prestazioni, che ogni giorno vengono prenotate e che prima di essere eseguite richiedono anche molti mesi di attesa. 
“Conosco il personale della Radiologia di Vasto -ha dichiarato l’oorevole Maria Amato- una conoscenza che è più’ dell’aver condiviso oltre 20 anni di lavoro, tensioni, studio e affetto fraterno. Se il dottor Palombo si arrende sul dover ridurre un turno, sulla sola metodica che non si fa in emergenza, la RNM, è perché non c’è più nulla da spremere alla generosità dei suoi collaboratori.
Le macchine non funzionano da sole, e quanto più sono sofisticate tanto più sono impegnative. Io ho vissuto la rara esperienza di essere stata presentata pubblicamente come primario dal mio Direttore Generale con la stessa enfasi con cui i più annunciano i nuovi impianti. La Tac 64 strati farà fare un bel salto di qualità perché velocizzerà gli esami, consentirà studi vascolari e dinamici, ma immaginate: 5000 immagini da rivedere, lavori di post processing da fare e analizzare, e l’altra Tac in pronto soccorso, evviva evviva! 
Ma il pronto soccorso è ‘ a piano terra e la radiologia nel seminterrato: due radiologi a turno. In genere dalla autorizzazione all’acquisto al collaudo, se va bene passa un anno, il tempo utile per non fare la figura di avere la macchina veloce e non poterla fare correre. Negli Ospedali tutti sono necessari ma i Servizi di diagnostica sono indispensabili, sono la base su cui si regge la piramide”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su