vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scherzi da prete nell'informazione locale, Vastoweb non ci sta

Più informazioni su

VASTO. Supplementi giornalistici e sottrazioni di buon senso. Per chi ieri avesse letto l’articolo pubblicato dal sito Vastonotizie.it che ha preso di mira la nostra collaboratrice Paola D’Adamo si è assistito a un vero e proprio tonfo della deontologia professionale.
Scherzi da prete, qualcuno potrebbe dire, ma siamo anche stanchi di assistere nel proscenio vastese di chi all’abbisogna si dipinge o fa dipingere affreschi politici o giornalistici, come se riparare sotto l’uno o l’altro, fosse un naturale e legittimo effetto navette.
No, non è così e non possiamo starci.
L’informazione ha delle regole, chiare, che non debbono essere mistificate e calpestate, poi ci sono anche delle consuetudini.
Nell’articolo di ieri il fantomatico F. P., rivelasse alla platea di lettori la sua identità, almeno non cadrebbe nella codardia, piuttosto di additare a presunte omissioni di professionalità di testate concorrenti, anzi no, perché non ci sentiamo certo il fiato sul collo di chi è legato alla testata ‘La voce del vastese’…
In queste ultime settimane Vastoweb ha spinto sull’acceleratore, cosa che farà sempre più, per riproporsi al centro dell’attenzione sul territorio e candidarsi a mero punto di riferimento, sganciato da logiche particolare e amicizie di nicchia, ma offrendo informazione a 360 gradi.
Sarà stato per questo che qualcuno ha pensato di cannoneggiarci contro pensando si sfruttare un presunto incidente di percorso. Peccato che questa interpretazione sia stata una vera e propria esclusiva cavalcata per provare ad arrecare danno d’immagine e quel che è più grave, gettare un’ombra sulla imparzialità della linea editoriale, da sempre equidistante rispetto a tutti, dello stesso editore.
Un articolo subdolo, poiché mira anche a seminare zizzania tra le componenti della redazione, forse perché questo rinnovato spirito di corpo raggiunto nelle ultime settimane comincia a dare fastidio, ma ribadiamo. Non sarà certo questo commento corrivo a far invertire la rotta, piuttosto ci conferma di essere sulla strada giusta, quella che dal nuovo anno vedrà anche significative novità di diverso livello apportate a Vastoweb.
E’ grave, gravissimo, che si pensi di poter azionare la macchina del fango in un momento politicamente delicato come quello vissuto in città, a pochi mesi da importanti elezioni amministrative, mettendo nel tritacarne chi da anni e con comprovata esperienza è attore dell’informazione locale.
Una scelta di pessimo gusto, che speriamo possa riverberarsi in senso disciplinare, poiché pur auspicando che siano meteore, non possono essere lasciate cadere senza colpo ferire. Non avrebbe nemmeno senso dire che respingiamo al mittente queste accuse, poiché non sono nemmeno arrivate a bersaglio, se non per quel bieco pubblico dominio verso cui sono state veicolate.
Abbiamo appreso a nostre spese quali rischi si corrano nell’esercizio della stampa quotidiana, bene, la lezione deve valere per tutti, anche per chi decide un giorno di prendere giornalisticamente a pugni una collega. Attenzione all’effetto rinculo. Politico e giornalistico.
Il territorio, valga per Vasto, ma in senso anche lato, necessita di persone che si mettano in gioco per il bene collettivo, non che agiscano in malafede per gioco. La storia della seconda repubblica, declinabile anche per le realtà locali, offre spettacoli grotteschi e la speranza è che presto le urne spazzino via, definitivamente, queste maschere. 
Emanuele Bracone

Più informazioni su