vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Droga, armi e documenti falsi, smantellata una centrale dello spaccio

Più informazioni su

VASTO. Settantamila euro di droga (cocaina e hascisc), armi, munizioni, carte d’identità false, un ricercatore di microspie e un libro mastro con i nomi dei clienti da cui riscuotere e i fornitori da pagare.  
Una vera e propria centrale dello spaccio è stata scoperta sul Colle delle Mandorle alla periferia di contrada Sant’Antonio Abate dalla polizia grazie all’utilizzo delle unità cinofili. A finire in manette Donato San Felice, 37 anni, un insospettabile meccanico accusato ora di detenzione e spaccio, detenzione abusiva di armi e munizioni (anche da guerra), ricettazione e falsità materiale. Nella stessa operazione è indagato E.B. 37 anni. A casa di quest’ultimo la polizia ha trovato solo 1,6 grammi di hascisc. 
“L’operazione è partita dalla segnalazione dei due uomini che giravano su una Opel Astra e uno dei due era armato”, racconta il dirigente del commissariato, Alessandro Di Blasio che ha diretto le indagini durate dieci giorni. Insieme a droga e armi la polizia ha trovato anche 550 euro e diverse carte telefoniche spagnole. Le indagini che sono solo all’inizio si dirigono ora verso la penisola Iberica. Al vaglio degli inquirenti la posizione delle persone citate nel taccuino di San Felice.  
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su