vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vasto 2.0: costituiti i gruppi di lavoro, progetti per la città

Più informazioni su

VASTO. Vasto 2.0 si rifà il look. E rilancia in vista delle Comunali 2016. Dibattito vivace. Tante proposte. Prime questioni affrontate per dare un volto nuovo alla città. Il movimento guidato da Massimiliano Zocaro si è ritrovato per approntare le prossime strategie con uno sguardo alle imminenti primarie del centrodestra. Condivisione territoriale, turismo, confronto, partecipazione e “decentramento” politico. Il coordinatore Zocaro detta le linee. Ma lascia ampia libertà ai propri collaboratori. 
Sono stati così definiti i gruppi di lavoro per il cambiamento affidati a persone impegnate in settori di cui sono competenti. Ne fanno parte oltre al presidente Zocaro: Marina Di Santo, architetto e docente alla scuola media “R. Paolucci” in qualità di portavoce, Mario Biscaglia addetto stampa, Michele D’Ermilio, Michele Bosco, Mario Mauro, Chiara Muscariello, Jessica Belfiore, Enrico Del Villano, Fabrizio Muratore, Pasquale Meo, Roberto Ciccotosto, Katia Bastonno, Fabrizio Sabatini, Claudio Molisani, Grazia Bellino, Levino Nanni, Rocco Di Stefano e Nicola Basilico.
“Voglio che tutti si sentano importanti – dice il candidato di Vasto 2.0 – bisogna anteporre il noi all’io. Resto presidente del movimento, ma solo in modo formale. Tutti assieme dobbiamo lavorare, collaborare per il bene della collettività e non in vista di un eventuale incarico nel palazzo di Città. Mi sono affidato – ha proseguito Zocaro – a persone anche molto giovani che hanno alle spalle un background d’indubbio valore. Tuttavia siamo aperti a nuovi innesti, per costruire una squadra sempre più competitiva in grado di mettere al servizio di Vasto il proprio sapere. È un invito rivolto in particolare ai ragazzi, i veri protagonisti del cambiamento, capaci in futuro di produrre ricchezza e che in passato mai hanno partecipato alla vita politica. 
Non è più il tempo di votare il meno peggio, ma di costruire una reale alternativa alle forze di centrosinistra. Il popolo deve tornare protagonista- ha aggiunto Zocaro – non solo in campagna elettorale, ma anche dopo la chiusura dei seggi”. Vasto 2.0 sta organizzando un serrato confronto dialettico. Un viaggio pubblico alla scoperta dei progetti per la città. “I dibattiti intorno ai nomi, alle regole, invece, li lasciamo agli altri perché crediamo nella correttezza degli alleati – conclude Zocaro -. Due o trecento firme per sottoscrivere la candidatura? Non è rilevante. Lo è assai di più partecipare al cambiamento. E’ la mia promessa al team e agli elettori. Vincere per non cambiare, non serve a nessuno”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su