vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Maria Amato: L'emodinamica a Vasto un diritto, un miraggio

Più informazioni su

VASTO. L’onorevole Maria Amato torna a evidenziare la necessità di una sala emodinamica per l’ospedale di Vasto. “E’ la rete cuore dell’Emilia Romagna, quella che in Italia con Toscana e Veneto funziona da più tempo e meglio. Guardando la provincia di Chieti dove la Cardio è al Clinicizzato di Chieti -spiega Maria Amato- io a Vasto la Emodinamica me l’aspetto, anche solo copiando. 
E come per l’ospedale della Val d’Ossola in Piemonte sede di emodinamica e Novara sede di Cardio. E sono emodinamiche diagnostico-interventistiche. In Piemonte il modello organizzativo prevede una unica equipe che si sposta per garantire le urgenze e per avere operatori che raggiungano gli standard per numero di interventi.
Unica equipe non vuol dire due cardiologi interventisti che vengono ridotti allo stremo, ma un numero adeguato proporzionale alle procedure da effettuare per un orario di lavoro “umano”. Perché la sicurezza del paziente è nel tempo in cui si interviene, nella efficienza delle macchine, nella esperienza dell’ operatore e un po’ anche nelle sue ore di sonno. La rete cuore è la riorganizzazione più urgente per la nostra regione. L’emodinamica a Vasto un diritto, un miraggio.
In merito si è espressa anche la direttrice sanitaria dell’ospedale di Vasto, la dottoressa Rosanna Florio che interpellata per i parcheggi dei disabili ha affrontato anche la questione della sala emodinamica. “Aspettiamo da dieci anni l’Emodinamica. Ormai – ha detto la dottoressa Florio- siamo un’azienda sanitaria di trasporti. Facciamo i viaggi della speranza fino a Chieti. L’Abruzzo evidentemente è diviso in cittadini di serie A e cittadini di serie B, noi siamo quelli di serie B. Questo ospedale è diventato un centro di smistamento perché ci stanno togliendo tutto”. 
paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su