vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Fondazione Mileno, Uil e Cisl rispondono agli attacchi della Cgil

Più informazioni su

VASTO. “Ci eravamo ripromessi di non scendere più a inutili polemiche con la FP CGIL presente nella Fondazione padre Alberto Mileno,avremmo voluto spendere il nostro tempo in modo diverso, tuttavia a seguito di determinati comportamenti, che riteniamo gravi e scorretti, siamo stati costretti a replicare ad un “invito”, fuori dalle normali regole dialettiche e di galateo.

Siamo stati chiamati direttamente e pesantemente in causa: “se ci siete, battete un colpo” non attraverso i canali istituzionali, ma mediante la pubblicazione di un articolo su alcuni siti web e questo la può  già  dire lunga con chi si ha a che fare.

Non accettiamo e non permettiamo a nessuno di tacciarci d’inerzia e di inefficienza, siamo più vivi che mai, tant’è che non battiamo colpi a comando e né tantomeno facciamo i compiti assegnati sulla lavagna; al contrario, rivendichiamo con forza la nostra autonomia, in quanto non facciamo sconti a nessuno, datori di lavoro, politici di turno e burocrati. 

In ogni momento, a prescindere dall’interlocutore, cerchiamo di svolgere con coerenza il nostro delicato ruolo, nell’intento di tutelare il lavoro, i lavoratori e i soggetti più deboli.   

Sicuramente sarà l’ultima volta che risponderemo a questo modo di fare, anomalo e provocatorio, poiché siamo convinti, con tutto il rispetto alla organizzazione sindacale CGIL, che fino a quando, all’interno della Fondazione, ci saranno questi delegati, eviteremo ogni iniziativa comune, anche perché di colpi ne abbiamo battuti tanti e ne abbiamo tanti altri da battere, individuando di volta in volta il giusto bersaglio.

Ribadiamo a tutti i lavoratori della Fondazione che la nostra posizione sindacale ha sempre tenuto conto delle decisioni assunte in assemblea, nessuno può smentire l’evidenza dei fatti, d’altronde la nostra politica sindacale aziendale può vantare colpi“inequivocabili”, battuti ai veri destinatari.

Cari lavoratori, abbiamo risposto solo per dovere di chiarezza nei vostri confronti e di chi ha letto l’invito ai fuochi d’artificio che, categoricamente, respingiamo e con simpatia aggiungiamo agli amici della FP CGIL: “non vorremmo che siano le solite miccette incendiate in maniera confusa e indirizzate a personaggi inafferrabili”. 

                                                   SEGRETERIE AZIENDALI

​​​​​      CISL FP e UIL FPL”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su