vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Inchiesta della guardia di finanza e diga di Chiauci, oggi summit

Più informazioni su

VASTO. La guardia di finanza continua a controllare la montagna di documenti presi negli uffici del Consorzio di Bonifica sud in via Sant’Antonio Abate. Dopo la richiesta del consigliere Mauro Febbo potrebbe essere acquisita altra documentazione contabile. per verificare , così come richiesto dal procuratore capo della Repubblica del Tribunale di Vasto, Giampiero Di Florio se tutto è in regola. I documenti abbracciano dieci anni di gestione dell’ente dal 2006 al 2016. Febbo chiede che siano prelevati anche documenti che vanno dal 2001 al 2006. Controlli più approfonditi riguarderanno la diga Chiauci, così come richiesto pubblicamente dal presidente della Regione , Luciano D’Alfonso. Inutile provare ad acquisire magiori informazioni, le bocche al consorzio sono cucite. D’Alfonso non ha esitato a manifestare l propria soddisfazione per l’indagine e contestualmente ha ribadito l’intenzione di reperire risorse per ultimare l’invaso. Il governatore ha convocato per questo oggi pomeriggio a Pescara nella sede dell’Arap, i sindaci di Vasto , San Salvo e Chiauci, il commissario Rodolfo Mastrangelo, il governatore del Molise, gli assessori  Lolli e Pepe. Nel corso del faccia a faccia si programmeranno iniziative per ottenere le risorse necessarie al completamento della diga di Chiauci, per la sua piena funzionalità, dopodomani il presidente D’Alfonso ha convocato il commissario del Consorzio, Rodolfo Mastrangelo, insieme ai sindaci di Chiauci, Vasto e San Salvo, ai dirigenti dei settori competenti e agli assessori Lolli e Pepe. 

I lavori della faraonica struttura sono cominciati 30 anni fa. Solo nel 2011, dopo  25 anni di attesa, le paratie dell’invaso sono state abbassate e la diga ha iniziato a fornire acqua al Vastese e al Molise. Dopo sei lustri, e 30 milioni di euro ottenuti dal Cipe, più  altri 7 derivanti dal Piano irriguo nazionale, l’impianto entro il prossimo anno potrebbe finalmente essere ultimato.

paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su