vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sevel: Elargizione premio aziendale la Fiom esprime parere negativo

Più informazioni su

ATESSA. La Fiom esprime un giudizio estremamente negativo rispetto a quanto comunicato dalla Sevel in data 3 febbraio 2016 concernente  l’elargizione del premio aziendale.
Le ragioni sono le seguenti:
• il premio che sarà elargito ai dipendenti Sevel è una tantum ed è  frutto di un risultato che varia di anno in anno. Nessuno può ipotizzare cosa accadrà nei prossimi anni; • il premio non sarà inserito in paga base, ciò significa che non contribuirà all’innalzamento di tutti gli istituti collegati alla retribuzione tabellare. Trdicesima, TFR, Contributi Previdenziali, non saranno ritoccati in positivo come nel mondo del lavoro da sempre accade; • il nuovo modello contrattuale, cosiddetto CCSL, annullando la logica degli aumenti legati all’innalzamento del costo della vita ed introducendo il concetto di valore variabile, ha determinato in questi anni un impoverimento dei salari: un lavoratore Sevel, guadagna mediamente Euro 75,00 mensili in meno rispetto ad un lavoratore metalmeccanico presente in qualsiasi altra azienda; • considerando che i lavoratori Sevel guadagnano Euro 75,00 mensili in meno rispetto al mondo metalmeccanico italiano, importo che su base annua corrisponde ad Euro 900,00, con la corresponsione del premio di Euro 768,00, i dipendenti della Sevel, si troveranno ancora al di sotto di tutti gli altri metalmeccanici di Euro 132,00; • in Sevel, i lavoratori, prestando lavoro straordinario nel corso del 2015 per quindici giornate, hanno perso il Bonus – Renzi di Euro 80,00 mensili.  Lo straordinario è stato quindi prestato senza un beneficio economico; • le lavoratrici ed i lavoratori della Sevel, stabilimento che nel 2015 ha raggiunto i migliori risultati della storia industriale del sito industriale atessano, vista l’incapacità della Sevel di implementare tempestivamente i nuovi modelli organizzativi derivanti dal  cosiddetto WCM,  percepiranno meno di quanto sarà elargito in altri stabilimenti del gruppo. Va ricordato che l’implementazione del WCM costituisce uno degli indici che hanno determinato il diritto a ricevere un bonus economico variabile. A Pomigliano sarà elargito un premio di Euro 1.470,00, a Melfi, verrà corrisposto un premio di Euro 1.230,00. • nel mondo del lavoro, il salario variabile, si aggiunge agli aumenti in paga base e mai, proprio mai, il salario variabile sostituisce il cosiddetto salario fisso.
 Le lavoratrici ed i lavoratori di  Sevel meritano un  tavolo negoziale che possa portare al vero riconoscimento economico: aumenti in paga base e salario variabile aggiuntivo per valorizzare i tanti sacrifici profusi in questi anni. 
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su