vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Via Istonia a Cupello, D'Amico: chiede intervento della Provincia, i soldi ci sono

Più informazioni su


CUPELLO. Il capogruppo consiliare de “Il Cambiamento”  di Cupello Camillo D’Amico sollecita il presidente della provincia di Chieti Mario Pupillo e Antonio Tamburrino ad intervenire per la strada Istonia di Cupello.  “Cari Mario ed Antonio –scrive D’Amico- questa è la mia quinta comunicazione formale ed ufficiale che v’invio per sollecitarVi ad una spedita quanto urgente esecuzione dei previsti lavori di sistemazione e messa in sicurezza del tratto dell’ex SS 86 Istonia sito all’interno del centro abitato di Cupello.
I soldi disponibili ci sono ed anche prontamente spendibili frutto dell’ormai notorio ribasso d’asta di lavori già eseguiti su altra viabilità provinciale afferente il comune di Cupello e di altre tratte di collegamento a comuni viciniori.
A questa tratta s’aggiugono poi interventi sul tratto finale della strada provinciale di contrada Montalfano che collega alla fondo Valle Treste. Dopo la sceneggiata messa in campo dal Sindaco Manuele Marcovecchio & soci unitamente ad alcuni cittadini residenti, lo scorso 14 Ottobre 2015, di un occupazione temporanea della strada fortemente pubblicizzata su media e blog locali, da parte vostra, ebbi forti rassicurazioni che i lavori sarebbero stati eseguiti prima dell’arrivo del corrente inverno che, sinora e per mera fortuna, non è stato rigido così da risparmiarci inevitabili ordinanze di chiusura al traffico veicolare altrimenti necessarie per salvaguardare la pubblica incolumità.
L’inverno sta finendo, il 2016 è entrato da un bel pezzo ma, della sistemazione di quest’importante arteria cittadina, non c’è traccia se non, con le consuete eleganti rassicurazioni verbali, sento rispondermi che “…presto i lavori saranno eseguiti.”
Onestamente mi sento letteralmente preso in giro oltre che mortificato per un trattamento personale che, onestamente, non ritengo di meritare affatto per ragioni storiche e politiche a voi notorie. Mi secca molto che altri potranno intestarsi meriti che non gli appartengono rispetto ad un lascito politico di cui vado orgoglioso fatto in favore della comunità che mi ha eletto per ben due volte in Consiglio Provinciale (2004 e 2009) e che ho rappresentato con impegno, serietà e dedizione.
Mi auguro e spero in una risposta solerte e chiara a questa mia nota altrimenti io ed il mio gruppo, non altri, saremo alla testa di una protesta vibrata da parte degli sconsolati cittadini residenti che, chiaramente ed a ragione, non credono più a nessuno”.
redazione@vastoweb.com   

Più informazioni su