vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il San Salvo pareggia con Vastogirardi e saluta la Coppa, musi lunghi e amarezza nel post partita

Più informazioni su

SAN SALVO. Termina 1-1 la partita al Bucci tra San Salvo e Vastogirardi valevole per il ritorno della prima partita della fase nazionale della Coppa Italia di Eccellenza. In virtù di questo risultato ad accedere al turno successivo contro il Cassino sarà la squadra molisana. Musi lunghi in casa biancoazzurra.  I ragazzi allenati da mister Rufini ci provano in più di una occasione ma nessuna va a buon fine. Le palle goal più clamorose nel primo tempo capitano a Ferrante e Marinelli che di testa non riesce a buttarla dentro schiacciando a terra il pallone. Il Vastogirardi gestisce, si chiude e cerca di ripartire non facendo correre grossi pericoli a Cialdini. La dura legge del goal colpisce ancora una volta. Il San Salvo prova ancora a portarsi in avanti ma fallisce in area di rigore e non riesce a sbloccare il risultato. Sale anche un pò di tensione e nervosismo. Aumentano i falli. Il direttore di gare è inflessibile con chi cerca di “buttarsi” e lo ha fatto già capire nel primo tempo ammonendo Marinelli per simulazione si ripete cacciando il secondo giallo e quindi mandando sotto la doccia Carlo Triglione. Il San Salvo rimane in dieci, mister Rufini prova a ridisegnare la squadra. Alle sortite offensive partecipa anche Iannicello che in più di una occasione arriva in area e al tiro ma senza fortuna nè precisione o facendo sfumare poi l’azione. Dopo un pò viene fatto accomodare negli spogliatoi per il San Salvo anche il team manager Daniele Palumbieri. Bravi i ragazzi del Vastogirardi a non mollare e mantenere la calma e poi pungere nelle uniche occasioni capitate. Come in occasione del goal. Sgroppata sulla fascia e palla che arriva a Marinucci Palermo che non sbaglia e punisce cosi il San Salvo. Si riscaldano gli animi anche tra il pubblico che non ci sta a subire la sconfitta. Pubblico che ha incitato per tutti i 90 minuti i ragazzi preparando anche ad inizio match una coreografia biancoazzurra con quadratini colorati bianco e azzurri, fumogeni e cori.  Il San Salvo potrebbe capitolare subito dopo ma c’è Cialdini a dire no al Vastogirardi.  I padroni di casa riescono a trovare il pareggio reagendo al goal subito nonostante la tensione sia altissima e siano stati allontanati anche i due allenatori per diverbi scaturiti da alcune decisioni dell’arbitro non condivise dal mister del San Salvo.  A pareggiare i conti ci pensa il giovane Colitto. Ma la rete non basta perchè con l’1-1 a passare sono i molisani considerando anche lo 0-0 dell’andata. Occhi rossi, qualche lacrima, musi lunghi e sconforto tra i giocatori del San Salvo che credevano fortemente in questa competizione. 
“Purtroppo dovevamo fare qualcosa di più all’andata e anche oggi in campo non è girata bene perchè le occasioni da goal le abbiamo avute ma non le abbiamo sfruttate al meglio complice anche la sfortuna e poi ci si è messo anche l’arbitraggio secondo me non impeccabile. Il Vastogirardi ha fatto la sua partita chiudendosi e ripartendo ed è riuscito ad essere cinico nell’azione capitata. Questo è il calcio. Noi ci tenevamo tantissimo alla Coppa e ora è normale che ci sia rammarico, tristezza e nervosismo un attimo. Sarebbe stato bello proseguire questa avventura anche se sapevamo che era difficile anche andando avanti ma il rammarico resta perchè avremmo potuto far di più soprattutto all’andata. Resta aver vinto a livello regionale ma ….Quello che conta è cercare di metabolizzare subito tutto e scendere in campo domenica nel miglior modo possibile perchè ora bisognerà puntare tutto sul campionato e sul raggiungimento quanto meno dei play off e non è cosa semplice. Siamo a 8 punti dal Paterno dobbiamo puntare a fare risultato e mantenere invariata la distanza. Abbiamo anche diversi giocatori non al top della condizione e che oggi già hanno stretto i denti. Speriamo di recuperare tutti al meglio. Si è fermato anche Mastrojanni che ora domani si sottoporrà a visita per capire quanti giorni lo terrà lontano dal campo lo stiramento rimediato contro il Martinsicuro in campionato” spiega amareggiato mister Rufini.
Tifosi fuori dallo stadio che non ci stanno ad aver subito la sconfitta “Eravamo più forti sulla carta. E’ stato sbagliato qualcosa, qualche scelta secondo noi perchè questa partita potevamo e dovevamo vincerla. Guardiamo al campionato certo ma l’amarezza rimane” spiegano alcuni.
“Era una partita in cui sapevo di non partire sconfitto. I miei ragazzi hanno giocato come avrebbero dovuto. Anzi con loro mi sono un pò arrabbiato quando dopo il vantaggio hanno mollato un pò permettendo a loro di pervenire al pareggio. Era una partita aperta. Lo zero a zero dell’andata faceva ben sperare. Contento per come sono andate le cose” spiega il mister del Vastogirardi, Bernardi. 
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su