vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il Vastese dimenticato dall'Arap, la protesta si sposta oggi a Pescara

Più informazioni su

SAN SALVO. Da San Salvo a Pescara per ricordare la propria esistenza. Da zona industriale a zona disastrata. Dopo Punta Penna e la Valsinello anche Piana Sant’Angelo è lasciata all’abbandono . L’area industriale di San Salvo è diventato l’emblema del Vastese dimenticato. Lavoratori, industriali, amministratori sono stanchi. ” I viali sono sporchi, il verde è diventato sterpaglia, i viali sono bui, le strade dissestate.  tutto questo ora si aggiunge il pericolo delle pensiline di amianto che si sgretolano. Perchè gli ambientalisti non difendono anche noi?La zona industriale di Piana Sant’Angelo  è in ginocchio”, scrivono i lavoratori. Più volte il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca ha denunciato una situazione insostenibile. Non è servito. Da tempo centinaia di lavoratori che escono dalla Denso devono fare i conti con diverse pensiline di amianto che si sbriciolano. La denuncia dei lavoratori non è servita. ” Da quando è stato chiuso a Vasto il Coasiv, il consorzio che si occupava della zona, ed è nata a Pescara l’Arap, la zona industriale di Piana Sant’Angelo è stata cancellata dalla cartina geografica”, protestano centinaia di tute blu. Stanchi del silenzio dell’ente, oggi pomeriggio una delegazione formata dal sindaco Tiziana Magnacca, dirigenti della Denso e rappresentanti sindacali sarà a Pescara. La delegazione raggiungerà la sede dell’Arap nella zona dell’aeroporto per parlare con i responsabili dell’Arap e chiedere una adeguata manutenzione ma soprattutto che venga rimosso materiale pericoloso per l salute di chi lavora nella zona. “Incuria, sporcizia, abbandono. Piana Sant’Angelo è sede delle più grandi industrie del Chietino. Piana Sant’Angelo ha diritto ad una adeguata manutenzione. Chiediamo che ambientalisti e verdi intervengano in difesa dell nostra salute “, protestano i lavoratori. Le maestranze chiedono sicurezza i responsabili delle aziende ricordano che eventuali clienti davanti ad uno scenario desolante fuggono. Le Rsu Denso sono decise a fare la loro parte. Denso ha sfidato la crisi e investito nel Vastese. L’industria giapponese è un esempio positivo. ” Non chiediamo all’Arap l’impossibile ma solo quello che dovrebbe essere nei compiti dell’ente, l’ordinaria manutenzione della zona industriale”.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su