vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pantalonificio di Gissi, la protesta dei lavoratori: siamo davanti a un muro

Più informazioni su

GISSI. Protesta questa mattina in Val Sinello dei dipendenti del pantalonificio D’Abruzzo. Alla manifestazione hanno preso parte anche i sindaci di Gissi, Monteodorisio, Cupello e il presidente del consiglio comunale di Vasto Giuseppe Forte. I lavoratori tornano a sollecitare l’azienda a spostare le produzioni a Gissi. 
“Siamo davanti ad un muro –ha detto Concetta Vitelli di Cupello, che ha lavorato nel pantalonificio per 23 anni. E’ stato fatto un incontro con l’azienda e il vicepresidente della Regione Giovanni Lolli, ma non c‘è stato nulla da fare. Sono irremovibili. Abbiamo famiglia e mutui da pagare, non è facile andare avanti”. 
“Con questa protesta –ha aggiunto Gabriella Nanni delegata Femca Cisl- vogliamo mettere in risalto la situazione della Val Sinello. Chiediamo di rimanere qui. Nelle Marche c’è un’altra azienda Canali che lavora a pieno ritmo. Abbiamo chiesto di trasferire a Gissi un po’ del loro lavoro, ma non è possibile accogliere la nostra richiesta”. 
“Vogliamo smuovere le coscienze –ha aggiunto Carolina Di Stefano delegata Cgil- qui in Val Sinello  non è rimasto niente, è un cimitero”. 
“L’auspicio –ha concluso il sindaco di Cupello Manuele Marcovecchio- è che il tavolo ministeriale porti qualcosa di buono per i lavoratori. Il problema è grosso anche per la mia comunità”. 
paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su