vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Cassazione conferma condanne per il crollo della casa dello studente

Più informazioni su

L’AQUILA. La quarta sezione penale della corte di Cassazione ha confermato le quattro condanne per il crollo della casa dello studente dell’Aquila avvenuto il 6 aprile 2009 in cui persero la vita otto persone tra cui Davide Centofanti il giovane vastese che frequentava la Facoltà di Ingegneria. Le altre vittime furono Luca Lunari, Marco Alviani, Luciana Capuano, Davide Centofanti, Angela Cruciano, Francesco Esposito, Hussein Hamade (detto Michelone), Alessio Di Simone.  . Sono stati condannati a quattro anni di reclusione Pietro Centofanti, Tancredi Rossicone e Berardino Pace, tecnici del restauro alla struttura eseguito nel 2000, e due anni e sei mesi Pietro Sebastiani, tecnico dell’Adsu e presidente della commissione di collaudo. Le accuse nei confronti degli imputati erano di omicidio colposo, disastro e lesioni.
Alla lettura della sentenza da parte del presidente del collegio giudicante Rocco Blaiotta scene di commozione tra i numerosi famigliari delle vittime e i legali di parte civile presenti in aula.
Gli avvocati della difesa avevano chiesto di dichiarare il reato estinto per prescrizione dal momento che secondo loro i termini sarebbero scattati da quando sono avvenuti i lavori contestati nelle accuse, quindi dal 2000. In aula erano presenti numerosi famigliari delle otto vittime del crollo.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su