vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Firmato il protocollo di partenariato tra Carunchio e Saluda

Più informazioni su

CARUNCHIO. Ora anche la firma, apposta su un documento bilingue in italiano e americano, ha sancito ufficialmente l’inizio delle relazioni tra Carunchio e Saluda, cittadina nello stato del North Carolina negli Stati Uniti d’America.
La cerimonia si è svolta ieri sera nel Municipio di Carunchio consolidando l’amicizia e quel ponte ideale che collega le due cittadine che hanno caratteristiche comuni: il numero degli abitanti, l’altezza sul livello del mare e l’importanza delle relazioni umane.
Protocollo di partenariato a conclusione di una due giorni di eventi che ha visto giungere  nel comune dell’alto Vastese una delegazione della City of Saluda presieduta dalla consigliera Lynn Cass, su delega del sindaco Fred Baisden. “E’ stata una scoperta emozionante quella che abbiamo fatto qui in Italia – ha detto la consigliera – dove abbiamo apprezzato l’ospitalità e la bellezza del paesaggio. La firma del partenariato è un’opportunità per arricchire le nostre due piccole comunità. Un grande valore di crescita per scoprire e apprezzare il patrimonio culturale, musicale, artistico e gastronomico di Carunchio”.
Gli ospiti americani, accolti nella struttura Tour d’Eau, hanno fatto esperienze di territorio alla scoperta di Carunchio e della sua storia, dei trabocchi a Vasto e della Premiata Fonderia Marinelli ad Agnone, oppure approfondendo l’arte culinaria con il piacere di ammassare la pasta per la pizza.
Il sindaco Gianfranco D’Isabella ha spiegato come “i nostri fratelli americani hanno trovato a Carunchio una dimensione unica, per certi versi irripetibile. Il partenariato tra le nostre due città promuoverà lo sviluppo di percorsi turistici, culturali, enogastronomici, scolastici e lavorativi, anche creando punti di contatto con le aziende dei rispettivi territori. Sono certo – spiega il sindaco Gianfranco D’Isabella – che creare un rapporto più solido tra due città sorelle non può che far bene per allargare i nostri confini territoriali, che sono diventati per noi troppo stretti, limitati”.
Importanza viene data anche alla collaborazione avviata con la Dmci “Oltre Il Mare”, coordinata da Luciano De Nardellis, attraverso la quale si vogliono cogliere opportune occasioni per realizzare il progetto di territorio diffuso per valorizzare appieno le ricchezze, anche immateriali, del Vastese. “Attraverso il recupero di Palazzo Castelli, che si trova proprio di fronte al Tour d’Eau nella zona più alta del paese, vogliamo dar vita a una sorta di incubatore di iniziative. E’ un progetto impegnativo, ma vogliamo governare questi processi di sviluppo che veda coinvolte le aziende, la scuola e l’università. Un percorso formativo per promuovere la nostra arte, la nostra cultura, la nostra storia e i mestieri per un sogno che se realizzato ci permetta di collegare il nostro territorio svelandolo da diverse angolazioni” conclude il sindaco D’Isabella.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su