vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

I ragazzi della Spataro intervistano la gelataia Annarita Racano

Più informazioni su

VASTO. I 100 ragazzi delle classi terze della scuola primaria “G. Spataro” di Vasto, dopo un approfondito studio, sono andati, in momenti diversi, a intervistare la gelataia Annarita Racano nel laboratorio di Via Arno, per scoprire il mondo meraviglioso del gelato, dalle materie prime di ottima qualità, al lungo e complesso processo produttivo fino al prodotto finito: squisito! La signora Annarita ci ha raccontato che è diventata gelataia da 6 anni per una grande passione. Ha due gelaterie, una sulla Loggia, vicino Palazzo D’Avalos e l’altra a San Salvo Marina. Il nome della gelateria: Mamiblu è insolito, è stato preso dalle prime due parole pronunciate dalla figlia della proprietaria, quando aveva pochi mesi: “Mami” e “blu”. La signora Annarita per diventare un’esperta di gelato ha fatto tanti corsi nelle quattro regioni dove c’è una più antica tradizione del gelato: Veneto, Emilia Romagna, Campania e Sicilia. Ci ha spiegato che oltre ai gusti tradizionali, propone spesso gusti nuovi. Quest’estate ad esempio preparerà il gusto “Nonna Papera” con crema, biscotti , nocciole, ecc, e “Delizia al limone”. Abbiamo capito che la gelateria artigianale è molto diversa da quella industriale, per la qualità delle materie prime. In quello industriale ci sono più grassi e c’è più aria, quasi il 150% . La lavorazione del gelato a Mamiblu ha varie fasi: 1) Pastorizzatore dove tutti gli ingredienti vengono miscelati a 85 gradi; 2) omogenizzatore, dove vengono tritati finemente; 3) tini di conservazione, dove gli ingredienti a +5 ° si sedimentano per molte ore; 4) mantecatore dove la sostanza liquida ottenuta si trasforma in gelato soffice e cremoso; 5) abbattitore , dove c’è la sterilizzazione del gelato a – 40 ° ; 6) trasporto in contenitori idonei e 7) vendita. D’estate il laboratorio artigianale produce più di 200 kg di gelato al giorno , di tanti gusti diversi: alcuni sono anche senza latte, senza uova , senza glutine e con una ridotta quantità di zucchero. Il momento più bello per noi è stato quando abbiamo potuto gustare il gelato Mamiblu, veramente delizioso, sia il gusto fiordilatte che fragola. Quest’esperienza per noi è stata molto interessante , abbiamo capito come è complessa e impegnativa la lavorazione del gelato. Chissà se anche tra di noi nascerà ora questa gustosa passione. 
 redazione@vastoweb.com

Più informazioni su