vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Intervista al Presidente Giangiacomo: numero di udienze più che doppio

Più informazioni su

VASTO. Il Presidente del Tribunale di Vasto, Bruno Giangiacomo,  ad oltre un anno dal suo insediamento, traccia un bilancio della sua attività e dei risultati ottenuti. 
“Per il settore civile –ha dichiarato il Presidente Bruno Giangiacomo– i procedimenti sopravvenuti nel corso dell’anno passato sono stati poco meno di quelli dell’anno precedente 2014,  si è intorno al 3%. Vi sono settori in aumento come quello del lavoro, previdenza e assistenza mentre è in calo il contenzioso ordinario, molto probabilmente derivante dal costo del processo civile. Abbiamo una pendenza di processi in diminuzione del 9% circa ed una percentuale di quelli ultratriennali attestata al 22% che è al disotto della media nazionale che si colloca sul 30%.
Settore penale: qui bisogna distinguere il settore Gip/Gup che ha visto aumentare le sopravvenienze di oltre il 50%. Un aumento notevole che si è riflettuto sulla pendenza finale in modo non altrettanto sensibile, il 25%.   Dato molto confortante è quello dei processi dibattimentali monocratici. Vi è stata una diminuzione delle sopravvenienze di circa il 14% ed un esaurimento di processi pari a più del doppio con un abbattimento della pendenza di circa il 40%. I processi ultratriennali sono il 12% della pendenza. Un dimezzamento della pendenza si è avuta anche nel settore degli appelli dei giudici di pace. Insomma una sinergia virtuosa tra calo delle sopravvenienze e notevole smaltimento del lavoro, grazie al dotto. Radoccia e ai giudici onorari addetti al settore penale il dott. Lauriola e le dott.sse Iannetta e Buri. 
Il settore critico è quello del dibattimento penale collegiale che presentava un numero di oltre settanta processi al 31 dicembre 2014, sicuramente straordinario per un territorio come quello del circondario del Tribunale di Vasto di circa 100.000 abitanti. Così come è consistente il numero dei processi penali innanzi al giudice dibattimentale, oltre 1000 complessivi. In questo settore già gravato abbiamo avuto un aumento di oltre il 25%, ma c’è stato un esaurimento superiore all’anno precedente. Gli ultratriennali sono circa il 30%. 
In questo settore è stato incrementato il numero di udienze, con un numero più che doppio, tra cui quello del processo Adriatico. La situazione molto critica di questo settore è determinata anche dalla presenza di processi con molti imputati per reati associativi, tra cui uno a carico di 62 imputati, proveniente dalla Direzione distrettuale Antimafia di L’Aquila. Il primo processo per l’art. 416 bisc.p., che si celebra innanzi ad un tribunale in Abruzzo. 
Sono state celebrate in tutto 38 e 12 giorni di camera di consiglio. Già in questo mese è iniziato un altro processo proveniente dalla DDA di L’Aquila con circa 30 imputati per associazione per delinquere al fine di spaccio di stupefacenti, cosa che farebbe pensare -ha concluso il Presidente del Tribunale di Vasto- ad un vero e proprio trend di sopravvenienza ordinaria di questa tipologia di processi”.
paoladadamo@vastoweb.com
Guarda il video di Federico Cosenza

Più informazioni su