vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Operaio morto investito: non è stato omicidio colposo

Più informazioni su

VASTO. Francisco Javier Angulo Amezcua è stato assolto con formula piena ieri sera dal giudice monocratico del Tribunale di Vasto, Italo Radoccia. L’uomo e l’altra imputata, A.C. 29 anni, sono stati condannati ad un anno di reclusione, pena sospesa, per omissione di soccorso. 
Amezcua era accusato per omicidio colposo, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Il 28 dicembre del 2011 intorno alle 5 del mattino, all’altezza della rotatoria all’ingresso di San Salvo nei pressi del casello dell’A 14 di Vasto sud, ha investito Luigi Dell’Arciprete, 35enne di Monteodorisio mentre stava cambiando la gomma bucata dell’auto. 
L’uomo,  che era in compagnia di una ragazza, dopo aver travolto l’operaio si è dato alla fuga. I Carabinieri sono riusciti a rintracciare la  vettura grazie alle testimonianze. Per Amezcua era stata chiesta una condanna a 2 anni e 4 mesi di reclusione e un anno per la ragazza che era in sua compagnia la sera dell’incidente. 
La difesa invece chiedeva l’assoluzione per tutti i capi d’imputazione. 
Grande soddisfazione per i legali della difesa Gianluca Del Borrello e Gianni Menna. “E’ finito il calvario –ha detto l’avvocato Gianni Menna- per questo processo iniziato 5 anni fa. Ottimo risultato. Sono soddisfatto. L’evento non era evitabile come ricostruito dalla Procura. Fondamentale è stata la super perizia di 175 pagine, realizzata dall’Ingegnere Paolo Lalli di Cupello.” 
paoladadamo@vastoweb.com  

Più informazioni su