vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

In tanti all’appuntamento “Caffè Alzheimer” del Rotary club di Vasto

Più informazioni su

VASTO. Ieri pomeriggio nella pinacoteca di Palazzo D’Avalos a Vasto si è tenuto l’incontro “Caffè Alzheimer” promosso dal Rotary club in collaborazione con i Servizi Sociali del Municipio della Città del Vasto,  al termine del percorso formativo in sostegno e in aiuto dei familiari di soggetti affetti da demenza. Una opportunità per malati e famiglie” che ha visto la partecipazione tra gli altri di Michele Farina, giornalista del Corriere della Sera e autore del libro “Quando andiamo a casa?” in cui viene descritta, in una inchiesta unica nel suo genere, l’Italia dell’Alzheimer attraverso le vicende di pazienti, famiglie, operatori, ricercatori, strutture e associazioni.

A moderare il dibattito è stato Christian Lalla, presidente Pubbliche Relazioni del Rotary Club Vasto.

Antonella Marrollo, presidente del Rotary club di Vasto  ha ricordato la grande attenzione del club a temi importanti come l’ Alzheimer ed ha sottolineato che l’iniziativa è già alla seconda edizione. Progetto nato grazie all’ex presidente del club, Angelo Muraglia.

Sul percorso formativo, gli scopi e i programmi futuri del “Caffè Alzheimer”, sono intervenute Claudia Sacchet, Dirigente Medico U.O.C. Geriatria presso l’Ospedale di Vasto, Evelyn Di Santo, Psicologa, Ombretta Greco, Psicologa, Caterina Barbato, Responsabile Servizi Sociali di Vasto, Paola Di Vincenzo, Assistente domiciliare anziani.

I “Caffè Alzheimer” sono nati in Olanda, nel 1997, grazie a Bere Miesen, psicogerontologo è ideatore del modello. Oggi sono diffusi in Europa, Stati Uniti, Canada, Australia e anche nelle ex Antille olandesi.

“La malattia –ha spiegato la dottoressa Claudia Sacchet, Dirigente Medico U.O.C. Geriatria presso l’Ospedale di Vasto – colpisce 1.200.000 persone in Italia, secondo i dati diffusi dalla Aip. Tra gli obiettivi del “Caffè Alzheimer” c’è quello di fornire informazioni su aspetti medici  psicosociali della demenza. In collaborazione con i servizi sociali del Comune di Vasto è stato fatto un corso di formazione del personale addetto. Quest’anno si è svolto il secondo corso . Dieci incontri. Vogliamo proseguire l’esperienza –ha concluso la dottoressa Claudia Sacchet–  e coinvolgere professionisti”.

rotary apubblico rot

Più informazioni su