vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Montemurro: “Ho già depositato le dimissioni se non dovessi mantenere le mie promesse”

Più informazioni su

VASTO. “Fino a che ci sarà fiato noi ci batteremo per tutelare gli interessi di voi cittadini” – esordisce il candidato sindaco Massimiliano Montemurro nell’ultimo comizio previsto per questa campagna elettorale. Il candidato ha parlato ai cittadini in Piazza Diomede alle 17.45, riprendendo i punti chiave del suo programma. Ha parlato in primis di sicurezza, di occupazione giovanile, della raccolta differenziata, della manutenzione delle strade, dei comitati di quartiere e in ultimo, ma non per importanza, del turismo.

C’è bisogno che Vasto si riappropri della sua identità di capofila di un comprensorio, che da troppo tempo ci è stato rubata. Nei miei programmi ho cercato di essere concreto perché quello che è nei programmi va realizzato e io ci credo talmente tanto che ho depositato a priori le mie dimissioni qualora nell’arco di tre anni non portassi a termine almeno il settanta percento di quello che ho promesso. Gli altri i programmi li scrivono, ma non li realizzano e questo lo dicono i fatti. Noi puntiamo sulla sicurezza e vi dico che il sistema di videosorveglianza è stato istituito dopo una lotta acerrima in consiglio, perché la maggioranza lo riteneva non necessario. Noi miriamo invece ad aumentare i punti video sorvegliati, magari nei pressi dei luoghi commerciali e non più a spese dei poveri commercianti, perché i soldi se gestiti bene posso venire fuori.
Con noi i vigili urbani si vedrebbero a lavoro con un terzo turno, per prestare supporto alla città, controllando il territorio coordinandosi con le altre forze dell’ordine.
Inoltre, quando ci vengono a rubare a casa ci troviamo a dover affrontare tutte le spese da soli: e allora perché non stipulare una polizza assicurativa che vada a tutelare queste situazioni?
Un’altra cosa importante – aggiunge il candidato – è l’occupazione. Io ho scritto nel mio programma che farò un ufficio dove tutti i giovani potranno venire a depositare le loro idee e dove tutte le carte verranno smaltite e sarà lo stesso ufficio che si attiverà per trovare i fondi, europei e regionali. Dobbiamo far lavorare tutti”.

Sulla raccolta differenziata Montemurro dichiara: “Vasto paga per un’isola ecologia che in città non esiste. Noi paghiamo una tassa la cui metà finisce direttamente in comune. Peccato però che il comune non debba arricchirsi ma prestare servizi”.

Il candidato ha poi riproposto le sue idee sulla manutenzione delle strade, un punto che non dovrebbe essere oggetto di campagna elettorale, ha detto, bensì tenuto presente sempre; i comitati di quartiere dovrebbero poi essere istituzionalizzati, dovrebbero avere cioè a disposizione un budget e ciascun quartiere dovrebbe avere il suo bilancio.

Vasto vive di turismo –  conclude –  e per questo il cartellone estivo deve essere fatto includendo i mesi da maggio fino a settembre, e deve essere frutto di un coordinamento costante fra imprenditori e comune, sfruttando le giovani forze locali“.

Platea Montemurro

Più informazioni su