vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Domenico Urbano: non dimenticherò mai quel giorno in cui conobbi Cassius Clay

Più informazioni su

VASTO. Il boxer vastese Domenico Urbano oggi commentando la morte dl re del pugilato  Muhammad Ali, ha ricordato il giorno che ha avuto modo di incontrarlo.  Domenico Urbano è stato l’unico italiano a partecipare nel 1997 ad un torneo di  che si organizza ogni anno a Louiswille, città natale di Cassius Marcellus Clay.

“Avevo  21 anni e mi trovavo in Svizzera per motivi sportivi. In quell’anno disputai qualche match da dilettante e mi convocarono con altri 3 nella squadra nazionale svizzera e mi portarono a questo torneo in America. In quell’occasione sono arrivato terzo e ho vinto una medaglia di bronzo. Non avrei mai  immaginato che ci fosse anche Muhammad Ali. Quando è arrivato la folla in piedi gridava “Ali, Ali”. Per me conoscerlo è stata una grande emozione. Qualsiasi ragazzo della mia generazione è andato in palestra seguendo il suo modello. Ricordo che eravamo in hotel e abbiamo preso l’ascensore insieme. Lui era vicino a me e a bassa voce parlava del pugile Joe Frazie. Ali si vantava di essere più bello del suo avversario. La morte di Cassius Clay –ha detto Urbano– lascia un grande vuoto per i pugili”.

Il boxer vastese, che il prossimo giugno tornerà sul ring per conquistare un nuovo titolo, ha ricordato che i colpi presi nel pugilato durante gli incontri contrariamente a quanto si sostiene non provocano il morbo di Parkinson.

ali cupaliali 2

Più informazioni su