vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Castaldi: “Ecco, candidati sindaco al ballottaggio, parlateci di queste cose”

Più informazioni su

VASTO. “Ho già scritto che i voti sono dei cittadini, non degli Angeli di Pollutri o dei Francescani, men che meno delle Taglienti armate Forziste! Cosi come ho già scritto che la democrazia, la partecipazione e la trasparenza, a Vasto, sono sospese da ben oltre 10 anni!

Ripeterò sempre che le idee sono o buone o cattive. In base a questi criteri, a tutti i livelli di presenza nelle istituzioni dal Parlamento ai consigli comunali, i rappresentati eletti del MoVimento 5 Stelle, dove sono opposizione, valutano e votano le proposte.

Sento la necessità di specificare di nuovo che il MoVimento 5 Stelle non dà alcuna indicazione per i ballottaggi del 19 giugno, che non facciamo accordi preliminari con nessuno. Io ho le idee chiare: esistono solo loro (che hanno sequestrato e distrutto la nostra città) e noi, che insieme ai cittadini vogliamo farla risorgere.

Vorrei che chi aspira a fare il sindaco della mia città mi dica che vuole rendere effettiva la gestione partecipata delle linee di sviluppo del territorio comunale della Città del Vasto, definendo, con specifica deliberazione, in modo strutturale, la quota di bilancio che diventa oggetto di Bilancio partecipato.

Vorrei che favorisse la partecipazione consapevole dei cittadini, attraverso la semplificazione nell’ accessibilità ai servizi dedicati al cittadino, la totale trasparenza nella gestione economica e finanziaria della macchina comunale (bilancio trasparente: spese pubbliche, tasse, trasferimenti statali, dagli archivi ai dati statistici, economici, delibere, pratiche edilizie o commerciali, le informazioni sui lavori del consiglio, l’informazione sulle opportunità di partecipazione), la totale trasparenza dei processi decisionali del Comune attraverso il sostegno ai processi di consultazione dei cittadini finalizzati, l’introduzione del question time del cittadino.

Vorrei la revisione del PRG, finalizzata a migliorare la dotazione dei servizi, fermi il consumo di suolo, salvaguardi l’ambiente, recuperi immobili non utilizzati per emergenza abitativa, sociale; che crei incubatori di imprese; che metta in sicurezza gli edifici pubblici e privati, bonifichi i siti inquinati, tuteli e valorizzi i beni comuni.

Vorrei pronunciamenti chiari sulla riduzione dei costi della raccolta differenziata, eccessivamente onerosa, non trascurando i risparmi ottenibili anche da una più oculata gestione dei conferimenti e della vendita dei materiali differenziati. Vorrei pronunciamenti ed impegni chiari sui servizi in affidamento (come la raccolta stessa), sulla loro qualità, sulle gestioni, sulla possibilità di una loro re-internalizzazione.

Vorrei che si affrontassero, in qualche modo, le difficoltà sociali attraverso la sperimentazione di forme solidali di cittadinanza. Vorrei che ai fini di una completa ed efficace applicazione dei principi di trasparenza dell’attività amministrativa del Consiglio comunale, della Giunta e degli enti e delle società a partecipazione, venisse istituita (modificando la missione della Commissione attuale di Vigilanza di cui all’articolo 63 dell’attuale statuto) una Commissione consiliare speciale per la trasparenza, per il controllo dell’attività del Comune e degli enti collegati e dell’utilizzo di tutti i fondi, della quale non mi vergogno a rivendicare un ruolo di guida per il M5S.

Ecco, candidati sindaco al ballottaggio, parlateci di queste cose”.

Così in una nota stampa del portavoce al Senato Gianluca Castaldi,  sul ballottaggio al comune di Vasto.

Più informazioni su