vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Bagnante vastese: la postazione bancomat l’unica novità, partorita per quest’anno

Più informazioni su

VASTO. Un cittadino, Alfredo lamenta la situazione che da anni si vive a Vasto Marina senza apportare alcun sistema di cambiamento per migliorare le cose.

“Dopo diversi anni di stanziale frequentazione degli stabilimenti balneari di Vasto spiega Alfredo-  nel corso dei quali ho visto il crescente  degrado delle strutture private e pubbliche, ho deciso per quest’anno fare il “nomade”.

Spostandomi da sud a nord in corrispondenza di dove l’acqua “apparentemente” è più limpida.

Il degrado delle attività private, bagnasciuga sporco, sedie vecchie, bagni sporchi, scortesia del gestore, servizio di salvataggio svolto al risparmio (1 bagnino/a ogni 2 stabilimenti), etc si può evitare spostandosi sul territorio verso quelle strutture con imprenditori validi e innovativi.

La insufficienza delle strutture pubbliche, bagni pubblici indecenti, fontanelle pubbliche rimosse, docce pubbliche non idonee, pontile pericoloso, pongono la domanda spontanea:

ma la tanto agognata “bandiera blu” per cosa è stata concessa?

La postazione bancomat davanti la Chiesa Stella Maris rappresenta l’unica novità, partorita per quest’anno.

Il calendario degli eventi è praticamente la copia di quello degli scorsi anni, senza che siano state apportate le modifiche in quelle situazioni che hanno evidenziato delle carenze.

Ci sono strutture ricettive di eccellenza a Vasto?

Ci sono attività turistiche che hanno rinnovato ultimamente le loro strutture?

Vedremo ancora i mercati sui marciapiedi, dove tra le cianfrusaglie e le merci di dubbia provenienza diventa difficile passeggiare?

Qualcuno più attento di me nomini cosa c’è di nuovo -conclude- così tutti potranno verificare di persona.

Allora è meglio spostarsi e corrispondere il proprio denaro (20 – 30 euro giornalieri), a chi offre qualità nel servizio, l’innovazione e il cambiamento, che rappresentano il vero valore aggiunto”.

Più informazioni su