vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il vescovo Bruno Forte ha nominato nuovi parroci nel Vastese

Più informazioni su

VASTO. Monsignor Bruno Forte, arcivescovo della Diocesi di Chieti-Vasto, ha nominato 15 nuovi parroci e annunciato una Messa in Cattedrale, il prossimo 23 giugno, per ricordare il Cardinale Capovilla, già arcivescovo di Chieti – Vasto.

“Dopo aver molto pregato e ascoltato – scrive il vescovo in una nota- comunico le seguenti decisioni e nomine pastorali, che entreranno in vigore dal 1 settembre 2016, a meno che con l’accordo dei presbiteri interessati e la mia approvazione non sia anticipata la data:accogliendo la proposta unanime dei presbiteri della Zona di Gissi e ascoltati i Vicari Zonali delle Zone di Vasto e di Atessa, ho deciso che la Zona di Gissi venga così smembrata: le Parrocchie di Carpineto Sinello, Guilmi e Roccaspinalveti saranno aggregate alla zona pastorale di Atessa; quelle di Carunchio, Fraine, Furci, Gissi, Liscia, San Buono e Palmoli alla zona pastorale di Vasto. Il numero delle zone pastorali passa di conseguenza da dieci a nove”.

Nel vastesesono stati nominati: Don Gianluca Bracalante, finora vicario cooperatore della parrocchia di Santa Maria Maggiore in Villamagna, diventa parroco delle parrocchie di San Michele A. in Carpineto Sinello e di Santa Maria Immacolata in Guilmi;

Affidata a don Albert Mbombo, della Diocesi di Mbuji-Mayi (Repubblica Democratica del Congo), la parrocchia di Santa Maria delle Grazie in Palmoli che i Figli della Sacra Famiglia hanno lasciato per mancanza di personale; la responsabilità giuridica sarà del parroco della vicina parrocchia di Liscia, don Davide Schiazza;

Don Domenico Campitelli lascia la parrocchia di San Panfilo in Scerni e diventa parroco della parrocchia del SS. Salvatore in Palombaro.

Don Graziano Fabiani lascia le parrocchie di San Sabino Vescovo in Furci e di San Lorenzo Martire in San Buono e diventa parroco della parrocchia di San Panfilo in Scerni, cui è unita anche quella di San Giacomo nello stesso Comune;

Don Angelo Di Prinzio lascia la parrocchia di Santa Maria Maddalena in Casalanguida e diventa parroco delle parrocchie di San Sabino Vescovo in Furci e di San Lorenzo Martire in San Buono; Don Nicola Carpineta lascia la parrocchia di San Tommaso Apostolo in Perano e diventa parroco della parrocchia di Santa Maria Maddalena in Casalanguida;

Don Rajakani Marian Irudaia Raj lascia le Parrocchie di San Michele Arcangelo in Carpineto Sinello e di Santa Maria Immacolata in Guilmi e assume la guida pastorale della parrocchia di San Tommaso Apostolo in Perano; avrà la responsabilità giuridica delle stesse il vicario zonale;

il prossimo diacono Angelo Di Rito svolgerà il suo ministero pastorale a Pollutri in aiuto a don Giuliano Manzi a partire dal 1 settembre 2016.

 

“Vorrei infine fare un rilievo: recentemente, in due situazioni pastorali delicate, il protagonismo indebito di alcuni gruppi di laici ha prodotto una rilevanza mediatica del tutto inopportuna, inutile e dannosa per la Chiesa intera. Invito specialmente i sacerdoti a educare i fedeli a un senso di responsabilità autentica verso la comunione ecclesiale e alla docilità piena verso il pastore diocesano e i suoi collaboratori.

Tutti affido al Signore per l’intercessione di Maria, Mater Populi Teatini, Madonna dei Miracoli.”

Più informazioni su