vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Le stanze del day hospital climatizzate grazie al Rotary club

Più informazioni su

VASTO. Questa mattina Antonella Marrollo presidente del Rotary club di Vasto ha incontrato la stampa per presentare l’ultimo service del tuo anno sociale. Dei condizionatori per il reparto oncologia dell’ospedale “San Pio” di Vasto, per rendere più “fresche” nella stagione estiva le stanze del day hospital, dove vengono somministrate le terapie. All’incontro hanno preso parte la dottoressa della Direzione sanitaria Rosanna Florio, il direttore del Dipartimento di Oncologia della Asl Lanciano Vasto Chieti, Antonello Nuzzo, il responsabile del Servizio del “San Pio”, Nicola D’Ostilio, e tanti  rotariani.

“Ho voluto concludere la mia annata che volge al termine con questo progetto – ha precisato Antonella Marrollo – perché i club di servizio sono chiamati a intercettare i bisogni e le emergenze di un territorio, e in particolare di un ospedale, tenendo conto della limitatezza delle risorse a disposizione del Servizio pubblico a fronte di una domanda in costante crescita. Abbiamo perciò dato seguito a una collaborazione nata diversi anni fa con l’Oncologia e scelto, in questa occasione, di rendere più vivibili nella stagione estiva le stanze del day hospital, dove vengono somministrate le terapie, con un impianto di climatizzazione».

“Credo che tutte le istituzioni –ha detto Rosanna Florio– abbiano bisogno del volontariato. E’ un pilastro fondamentale nella nostra organizzazione. Tutto ciò  che viene fatto con il cuore acquista un valore aggiunto a quello che viene donato. Noi ringraziamo per questo”.

“Abbiamo il piacere di avere questo spazio dedicato. Vi ringraziamo –ha detto il direttore del Dipartimento di Oncologia della Asl Lanciano Vasto Chieti, Antonello Nuzzo–  per la donazione, ma soprattutto per il tempo che state dedicando”.

Infine il dottor Nicola D’Ostilio ha ricordato le iniziative avviate all’interno del reparto, come musicoterapia e arteterapia, e quella promossa dall’associazione Ricoclaun.

Guarda fotogallery:

Più informazioni su