vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Migranti, convegno di Matrix per raccontare la realtà che non arriva ai media

Più informazioni su

VASTO. “Fa più rumore un albero che cade che un’intera foresta che cresce.” (Laozi, VI a.C.). La frase del filosofo cinese accreditata al VI a.C. anche oggi nel 2016 è di strettissima attualità.

Il fenomeno migratorio è il tema caldissimo del momento e lo è già da qualche anno. L’opinione pubblica è confusa, non sa se credere alle ragioni di chi predica l’accoglienza come valore universale ineluttabile e doveroso, oppure a chi genera paura con allarmistici proclami o rivendica un demagogico principio di prelazione del welfare affinché si occupi prima degli italiani e poi degli immigrati.

In questa dicotomica visione dei tempi che stiamo vivendo si incunea la comunicazione che ha le sue regole, giuste o sbagliate che siano, ma che si occupa di immigrazione solo davanti a criticità, raccontando una volta un assassinio per motivi razziali, un’altra gli scontri tra migranti che protestano per il cibo, o ancora di un bambino siriano che ha trovato la morte durante il viaggio della speranza.

E’ giusto chiedersi: qual è il ruolo dei media? Raccontare la realtà nella sua interezza, anche dando rilievo a tutte quelle buone novelle, alle belle storie finite bene, ai gesti di solidarietà, al piacere degli incontri tra associazioni, alle grandi storie di uomini partiti dagli angoli remoti del mondo e si sono realizzati grazie all’impegno, allo studio, all’intelligenza di essersi riusciti integrare, ma grazie soprattutto a chi ha voluto e saputo accoglierli e dare loro fiducia?

Oppure raccontare solo ciò che fa scalpore, magari anche travisando alcuni dettagli che poi risultano fondamentali per le reazioni delle istituzioni e della società civile?

Nella conferenza stampa di oggi alle ore 18.00 presso il Palazzo D’Avalos, di concerto con il Comune di Vasto, la Prefettura di Chieti, il Consorzio Matrix vuole raccontare quel 99% di realtà che non arriva all’attenzione dei media, in quanto non fa rumore. E’ una foresta che cresce silenziosamente, che ha trovato terreno fertile nella popolazione locale sempre dimostratasi aperta, generosa e solidale, oltre che curiosa di arricchirsi con le diversità ogni tipo di cui sono latori gli immigrati ospitati nei centri in Abruzzo.

Interverranno il Sindaco Francesco Menna, il Vice Prefetto Luciano Conti, il Vice Sindaco Paola Cianci, l’Assessore alle Politiche Sociali e dell’Immigrazione Lina Marchesani, il promotore dell’evento Simone Caner, legale rappresentante del Consorzio Matrix e don Gianfranco Travaglini, parroco della cattedrale di San Giuseppe.

I lavori inizieranno alle 18.00 e saranno moderati dalla giornalista Paola D’Adamo. Sarà consegnata ai giornalisti una cartella stampa sui generis, un album fotografico delle attività svolte negli ultimi due anni. Inoltre sarà proiettato un video “La foresta che cresce” in cui saranno mostrate le attività realizzate in queste settimane e quelle imminenti dell’estate 2016.

Sono invitati tutti i giornalisti, e sarà anche aperto il dibattito con questi temi.

L’evento è aperto anche alla società civile interessata.

Segue aperitivo.

Più informazioni su