vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pd: privo di fondamento l’allarmismo di una minore assistenza sanitaria

Più informazioni su

SAN SALVO. “L’allarmismo di una minore assistenza sanitaria, nel Presidio di Vasto, a favore delle fasce anziane della popolazione – dichiarano Chiara Zappalorto segretaria provinciale e Gennaro Luciano Coordinatore zona vastese del Pd- è privo di qualsiasi fondamento.

Non c’è innanzitutto alcuna riduzione di posti letto dedicati a questa specifica assistenza sanitaria. 

Infatti, nella geriatria di Vasto attualmente i ricoveri più frequenti riguardano  l’insufficienza respiratoria e l’insufficienza cardiaca  e per queste patologie, nella fase acuta, è stata potenziata la Medicina Generale con 30 posti letto.

Ma non basta, alla Medicina è stata associata l’attivazione della lungodegenza con ben 24 posti letto, per consentire che la fase acuta della malattia e la successiva riabilitazione, di cui i pazienti anziani hanno spesso bisogno, potessero essere erogate in un unico Presidio.

La programmazione regionale, portata avanti dall’assessore Silvio Paolucci, è consapevole dell’aumento delle patologie croniche tra gli ultra sessantenni, con una prevalenza maggiore nella Provincia di Chieti, al punto che ha previsto in questo territorio la più alta concentrazione di Ospedali di Comunità, che rappresentano una tipologia di ricovero utile a migliorare l’appropriatezza assistenziale per un periodo di degenza più prolungato.

La stessa programmazione regionale nel classificare l’ospedale di Vasto come DEA di I livello, cosa non affatto scontata sulla base degli standard nazionali, ha posto garanzie sui requisiti a cui le decisioni e le scelte della Direzione Aziendale dovranno necessariamente attenersi nel rispetto del Regolamento ospedaliero e tra queste l’obbligo di dotazione di una Tac, relativi servizi.

“L’assessore Paolucci- hanno dichiarato Chiara Zappalorto segretaria provinciale del Pd e Gennaro Luciano coordinatore del Pd zona vastese- dimostra ancora una volta una marcata sensibilità e attenzione nei confronti del territorio e delle persone, non tralasciando la programmazione delle politiche sanitarie, che invece è mancata negli anni di governo del centrodestra. Emblematica la  conquista della trombolisi e del stroke di primo livello che da lunedì 18 luglio sarà in funzione a Vasto.”

Più informazioni su