vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Strage di Nizza: “Non ero sul posto dell’attentato solo per caso”

Più informazioni su

NIZZA. Ieri sera Maria Taraborelli, originaria di Fresagrandinaria, piccolo Comune del Vastese, è sfuggita all’attentato di Nizza grazie ad un ripensamento dell’ultimo minuto. La giovane  vive ad Antibes, vicino Nizza, da circa un anno e mezzo e  lavora come farmacista in boulevard Gambetta proprio nei pressi della Promenade Des Anglais, il luogo dell’attentato, dove sono morte 84 persone e 18 sono in gravissime condizioni.

Ieri sera Maria era troppo stanca ed ha deciso di tornare a casa invece di partecipare alle celebrazioni per l’anniversario della presa della Bastiglia.

“Frequento Nizza come chiunque abbia casa ad Antibes, per uscire la sera e per eventi in genere. Ieri probabilmente, come ogni anno, il 14 luglio sarei andata lì per i fuochi, ma la forte stanchezza mi ha portata fortunatamente a letto”.

Le abbiamo chiesto che clima c’è in città dopo l’attentato di ieri ed ha risposto così: “La città  è militarizzata e  nell’aria si respira panico, infinito panico. C’è ancora chi cerca di contattare chi era lì, sul posto della strage. In ogni strada ci sono agenti armati fino ai denti”.

Maria, dopo una piccola pausa, aggiunge: “Che clima c’è in città? Paura, allerta, sirene e lacrime. Famiglie aggrappate a speranze che si dissolvono ad ogni ora che passa. Il Negresco, storico hotel simbolo della Ville Niçoise, è stato trasformato stanotte in un’infermeria, un pronto soccorso. Fa male, e continuerà a far male, pensare al nostro lungomare come teatro di una strage”.

Secondo le prime ricostruzioni dell’attentato il camion, mentre viaggiava a velocità sostenuta, è entrato in un’area pedonale e ha travolto tantissime persone per circa due chilometri. L’autista inoltre ha sparato sulla folla mentre era alla guida del mezzo.  Quest’ultimo è stato ucciso dalla polizia, dopo un conflitto a fuoco. All’interno del mezzo sono state trovate armi e granate. Le indagini sull’attentato sono state affidate all’antiterrorismo francese.

 

Più informazioni su