vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Edilizia scolastica: è possibile ammodernare con un project financing

Più informazioni su

VASTO. “Uno dei doveri imprescindibili di un’amministrazione comunale è quella di assicurare la sicurezza degli edifici scolastici dove i nostri figli si ritrovano quotidianamente per il loro sviluppo educativo e culturale.
La priorità per la messa in sicurezza delle nostre scuole va certamente rivolta alla scuola Media “Paolucci” che ospita circa 800 alunni e tutto il personale docente e non docente.
Questo edificio, costruito negli anni ‘60, si presenta fatiscente ed inidoneo per la vetustà degli impianti elettrici , per la criticità statica che ha richiesto numerosi interventi negli ultimi anni, per le scale non a norma in quanto strette che impedirebbero un rapido sgombero dell’edificio, per la presenza di barriere architettoniche, per la presenza di eternit sul tetto, per le aule troppo piccole perché concepite per ospitare un minor numero di alunni, ecc.
Una soluzione a questi problemi sarebbe impossibile se si dovesse pensare di intervenire sull’edificio esistente.
In considerazione dei nuovi modelli scolastici che prevedono accorpamenti di istituti di grado diverso, delle dirigenze scolastiche che si occupano di più scuole e degli spazi disponibili è lecito pensare alla costruzione di una nuova scuola media più moderna (aule multimediali, palestre adeguate, auditorium per laboratori musicali e teatrali), sui terreni già disponibili e non utilizzati dalla scuola elementare Spataro.
Questa scuola ha gli spazi sufficienti per la costruzione di un nuovo edificio e risulta essere confinante con l’asilo “Carlo della Penna” per cui si verrebbe a creare un polo scolastico idoneo, moderno, adeguato e sicuro per lo sviluppo socio-culturale dei bambini dai 3 ai 14 anni non lontano dall’attuale scuola media “Paolucci”.
L’unico modo per la realizzazione di questo progetto è concepire un project financing alienando la vecchia scuola media Paolucci che assicurerebbe la costruzione della nuova scuola, l’ammodernamento dell’asilo Carlo della Penna ( edificio che nonostante i buoni propositi non è stato mai recuperato) che sarebbero parte integrante insieme alla scuola elementare Spataro del nuovo polo culturale, la sistemazione delle aree rimanenti e tutto ciò che risulta essere necessario per una scuola moderna ed efficiente.

Così, in una nota stampa, Fernando Muratore.

Più informazioni su