vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Interpellanza di Prospero per lo stato di abbandono dell’edificio “Carlo Della Penna”

Più informazioni su

VASTO. Il consigliere comunale Francesco Prospero (Lista Progetto per Vasto) ha presentato un’interpellanza al sindaco di Vasto Francesco Menna per evidenziare lo stato di abbandono dell’edificio “Carlo Della Penna”. In particolare il consigliere evidenzia se l’Amministrazione comunale “non ritenga indispensabili ed urgenti interventi di messa in sicurezza, riqualificazione e ristrutturazione del compendio dell’ex Asilo al fine di restituirlo all’uso pubblico e per i fini indicati nell’atto di donazione di don Carlo Della Penna” e quali siano “le reali intenzioni dell’Amministrazione comunali sul futuro della struttura e circa la sua destinazione”

“Recentemente -spiega Francesco Prospero-  anche il decano dei giornalisti vastesi e presidente dell’Associazione della stampa vastese, Giuseppe Catania, ha ricordato che “Negli ultimi anni l’incuria e l’abbandono al degrado da parte delle istituzioni cittadine hanno contribuito non solo a relegare nella colpevole desolazione l’ex asilo, ma anche alla devastazione ricorrente dei vandali che ripetutamente si sono accaniti contro la struttura. Questo è accaduto a Vasto nell’insensibilità dei nostri solerti amministratori che avrebbero dovuto mostrare, almeno, qualche minimo interesse per tutelare i beni pubblici, e in questo caso l’asilo d’infanzia, lasciato come segno d’amore verso la sua città da Carlo Della Penna, il munifico emigrante che nell’immediato dopoguerra ha inteso contribuire a dotare Vasto di un moderno e funzionale edificio per l’educazione dei minori”.

Sull’argomento, loro malgrado, i cittadini devono registrare l’assenza di interesse anche da parte dell’attuale amministrazione che, a quanto consta, non ha programmato alcun tipo di intervento e/o proposta per il recupero dell’asilo Carlo Della Penna.

Di contro sono apprezzabili alcuni suggerimenti, da parte dei cittadini, come quelli di chi vorrebbe dar vita a una Fondazione intitolata a Carlo Della Penna, che mantenga la natura pubblica della struttura e la finalità voluta dal suo dante causa di essere di supporto alla formazione delle nuove generazioni. Nel contempo si ritiene necessario rassicurare quanti temono che sia volontà dell’amministrazione di procedere al recupero e riutilizzo della struttura o, addirittura, alla cessione ad essi del bene stesso,attraverso un accordo con privati.

Tutto ciò premesso: ricordate le dichiarazioni rese dal Sindaco di Vasto in campagna elettorale e durante la seduta del Consiglio Comunale del 1 agosto 2016, circa l’importanza e l’intenzione di recuperare e rendere funzionale la struttura; valutando possibile, sulla scorta di quanto fino ad ora rappresentato, l’esistenza di propositi di carattere politico-amministrativo e la volontà dell’Amministrazione comunale di attuare un accordo con privati per il recupero ed il riutilizzo della struttura o per la cessione ad essi del bene;
il sottoscritto, nella sua qualità, interpella, ai sensi dell’art. 60 del regolamento comunale, la SV per sapere e conoscere:

– se non ritenga indispensabili ed urgenti interventi di messa in sicurezza, riqualificazione e ristrutturazione del compendio dell’ex Asilo al fine di restituirlo all’uso pubblico e per i fini indicati nell’atto di donazione di don Carlo Della Penna;

– le reali intenzioni dell’Amministrazione comunali sul futuro della struttura e circa la sua destinazione”.

 

Più informazioni su