vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Terremoto: paura e lacrime al telefono e papà scappa a riprendere la figlia

Più informazioni su

MONTEODORISIO. Diversi gli studenti del Vastese che questa notte si trovavano nei Comuni delle Marche e dell’Umbria colpiti dal sisma. Alcuni genitori preoccupati per l’incolumità dei propri ragazzi hanno deciso di raggiungere con la propria auto le città universitarie. Un viaggio non semplice quello  lungo la SS 77 con tanti mezzi di soccorso. Da Monteodorisio è partito Nicola Piccirilli che ha voluto raggiungere la figlia Maria Chiara studentessa al primo anno di Scienze delle Comunicazioni a Macerata.

“Quando sono arrivato a Macerata  era tutto tranquillo –ha raccontato il papà di Maria Chiara– c’erano tante persone per strada, la maggior parte studenti che giravano con la valigia. Mia figlia mi ha raccontato che in tanti erano già ripartiti con la prima scossa. Lei poverina alla prima scossa era sola in casa, le altre coinquiline non ancora rientravano. Alla seconda scossa erano anche loro in strada e si sono spaventate tantissimo e sono scoppiate a piangere. Quando ho sentito mia figlia al telefono che piangeva non ho esitato neanche un secondo per partire in direzione di Macerata”.  

Più informazioni su