vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Consiglieri di minoranza: il Comitato per l’ex asilo ha frainteso le finalità della mozione

Più informazioni su

VASTO. I consiglieri della minoranza: Francesco Prospero (Progetto Per Vasto), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Alessandra Cappa (Unione Per Vasto), Alessandro D’Elisa (Gruppo Misto), Nicola Del Prete (Vasto 2016), Vincenzo Suriani (Fratelli D’Italia) e Edmondo Laudazi (Nuovo Faro) replicano alle affermazioni del Comitato cittadino per l’ex asilo Carlo Della Penna.

“Dispiace -spiegano i consiglieri di minoranza- che gli attivisti del “Comitato cittadino per l’asilo Carlo della Penna” abbiano frainteso il senso e, soprattutto, la finalità della mozione presentata da tutti i consiglieri comunali di minoranza.

La mozione, infatti, è stata concepita, durante la seduta del Consiglio Comunale, quando, come previsto dall’art. 60 del regolamento consiliare, le risposte all’interpellanza presentata dal Consigliere Prospero, fornite dall’amministrazione comunale, non sono state considerata esaustive da tutta la minoranza.

Nell’occasione l’amministrazione non ha chiarito, in alcun modo, cosa intende fare per l’asilo Carlo della Penna e si è limitata, solamente, a confermare le notizie apprese dagli Organi di stampa relative alla creazione di una Commissione “Atipica”, costituita da tecnici scelti in parte dal Comitato e in parte dall’amministrazione comunale,  con il compito di effettuare uno studio sulla stato della struttura.

La finalità che avrebbe dovuto perseguire la Commissione “Politica”, oggetto della mozione, sarebbe stata proprio quella auspicata dal predetto Comitato, ossia elaborare proposte per il futuro dell’asilo Carlo della Penna, in sinergia con la Commissione Tecnica “Atipica” nominata dal Sindaco, consentendo anche alle minoranze di dare il proprio contributo.

Il Comunicato del Comitato, invece, sembra correre in soccorso di una maggioranza, sul punto indifendibile, e sembra condividere la volontà dell’amministrazione di tenere, ancora una volta, in disparte la minoranza anche quando si mostra inequivocabilmente collaborativa.

La nostra volontà non è quella di entrare in polemica con il Comitato e ci auguriamo che, a breve, possa esserci un incontro chiarificatore delle relative posizioni, scevro da interessi elettorali, finalizzato, unicamente, alla salvaguardia dell’asilo Carlo della Penna che, ad oggi, a parte alcuni “lavori di giardinaggio” eseguiti nei giorni scorsi, versa ancora in stato di abbandono”.

 

Più informazioni su