vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Colavitto: “Alfonsine temibile ma vogliamo allungare la nostra striscia positiva”

Più informazioni su

VASTO. Vastese al gran completo per centrare il tris di successi consecutivi in terra romagnola. Dopo gli ultimi due successi(quattro vittorie nelle ultime cinque giornate utili) capitan Allocca e compagni domani pomeriggio(fischio d’inizio ore 14.30) affronteranno l’Alfonsine con un Umberto Prisco in più. Dopo lo spavento di domenica scorsa il bomber napoletano(arrivato già a quota 10 reti) ha completamente recuperato dall’infortunio alla caviglia, ha svolto la rifinitura con il resto dei compagni senza svolgere lavoro differenziato. Un’ottima notizia per mister Gianluca Colavitto concentrato sulla sfida di domani e nella conferenza del sabato affiancato dall’under sansalvese Pierluigi Colitto.

Parafrasando le parole del direttore sportivo De Filippis ad Alfonsine potreste correre il rischio di scivolare su una buccia di banana, nonostante la sola vittoria nelle ultime otto giornate quali insidie nasconde l’ultima trasferta stagionale romagnola?

“Ha ragione il direttore, la sfida di domani non andrà assolutamente sottovalutata, in questi giorni ho avuto modo di studiare al meglio diversi match dell’Alfonsine, una squadra temibile, sviluppa gioco, crea parecchie occasioni da gol e può contare su Federico Innocenti, un play pericolosissimo sulle palle da fermo, hanno raccolto poco rispetto a quanto prodotto, la loro classifica non è veritiera”.

Vastese e le altre prime cinque squadre sono racchiuse in appena sei punti, non guardi alla classifica e al calendario ma in caso di vittoria e con l’eventuale rallentamento del Matelica nel big match di Pesaro potresti tornare di nuovo in vetta al girone, ci pensi o è ancora troppo presto?

“Ho scoperto ieri da un mio giocatore nello spogliatoio della sfida tra Vis Pesaro e Matelica, a qualcuno potrà sembrare strano ma come ripeto sempre sono concentrato solo sulla Vastese e sulla sfida di domani, per noi conta il futuro prossimo, una trasferta di fondamentale importanza per il nostro cammino, vogliamo uscirne nel migliore dei modi per allungare la nostra striscia positiva”.

L’apertura del calciomercato invernale ha portato in rosa il primo volto nuovo, dopo De Cinque in quali ruoli chiederai rinforzi?

“Con ds e società siamo d’accordo su tutto, gli under come detto da De Filippis sono fondamentali, al momento la nostra priorità è puntellare il reparto portieri con l’arrivo di un altro under, il precedente di Russo contro la Sammaurese non dovrà ripetersi”.

Domani inizia il trittico di tre sfide in otto giorni, la paura di perdere qualche elemento per infortunio potrebbe spingerti ad una mini rotazione degli uomini a tua disposizione?

“Affronteremo tre partite toste ma prima pensiamo a domani poi guarderemo a giovedì e domenica prossima, guido un ottimo gruppo, coeso e in un ottimo stato di forma, spero di non essere costretto a cambiare ma comunque non mi preoccuperebbero eventuali assenze forzate”.

Pierluigi Colitto, dopo gli anni nella tua San Salvo l’esperienza in Serie D con la maglia biancorossa, come prosegue la tua crescita nell’ambiente vastese?

“Sono davvero contento di quanto fatto finora, tanto a titolo personale quanto di squadra, in estate non pensavo di trovarmi così bene ma il gruppo unito sin da subito ha fatto la differenza, siamo una grande famiglia, ci sono giocatori importanti con esperienza datata, molti dei quali mi stanno aiutando nella mia crescita, qui si lavora sodo ma quando c’è la possibilità nessuno si tira indietro se c’è da divertirsi”.

Dall’Eccellenza ai piani alti della Serie D, hai detto già di aver appreso molto finora, in cosa puoi ancora migliorare e dove ti senti pienamente soddisfatto?

“I miglioramenti arrivano giorno dopo giorno, alla mia età non posso assolutamente sentirmi arrivato, so di avere dei limiti ed è proprio su di quelli che devo concentrare il mio lavoro quotidiano, finora sono contendo del contributo apportato, quando sono stato chiamato in causa ho sempre dato il massimo per squadra, allenatore e me stesso”.

Il campionato ha finora raccontato di tredici giornate in cui vi siete tolti già parecchie soddisfazioni confermandovi sin dalla prima giornata nelle zone nobilissime, finora quale avversaria ti ha sorpreso di più?

“Classifica e prestazioni parlano a nostro favore, siamo una squadra ben strutturata, la Vastese non teme nessuno, possiamo fare ancora meglio”.

Più informazioni su