vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Campanella: “Battere il San Nicolò per il controsorpasso in classifica”

Più informazioni su

VASTO. Un martedì di antivigilia. Per il calcio dilettantistico sarà un’Immacolata di impegni ufficiali, lo sarà anche per la Vastese chiamata a uno dei big match stagionali. Dopo il pareggio di Alfonsine(il sesto risultato utile consecutivo) giovedì pomeriggio all’Aragona arriverà il San Nicolò, vicecapolista del girone F, per il terzo e ultimo derby abruzzese del girone d’andata. Un solo punto divide le due squadre in classifica, oggi pomeriggio mister Gianluca Colavitto ha ritrovato il suo gruppo dopo il lunedì di riposo, tutti gli effettivi sono a disposizione, sicuramente un buon viatico in vista della super sfida, da vincere per il centrale difensivo Francesco Campanella voglioso di effettuare un nuovo controsorpasso in classifica.

Francesco Campanella, pur scendendo di un gradino in classifica la vetta dista sempre due punti, da Alfonsine siete tornati per il mancato aggancio al primo posto o soddisfatti per il punto guadagnato?

“Siamo consapevoli che se vogliamo continuare a recitare un ruolo da protagonisti in questo campionato partite come queste andrebbero vinte però guardando alla prestazione possiamo parlare di punto guadagnato, abbiamo anche rischiato di andare sotto di un gol su un rettangolo di gioco dove era davvero difficile giocare la palla ma per tutti i novanta minuti abbiamo lottato e dato tutto come sempre fatto dalla prima giornata”.

Sette punti conquistati nel trittico consecutivo di trasferte romagnole, guardando alle prestazioni si potrebbe trovare un filo conduttore o parliamo di tre storie differenti?

“L’analogia potrebbe stare nel numero risicato di occasioni create e subite ma in campo sono state partite completamente diverse tra loro, a Cesena abbiamo dominato dal primo minuto senza mai subire mentre in casa della Sammaurese nonostante il gran calcio espresso dai padroni di casa nel primo tempo siamo riusciti a tenere botta trovando nella ripresa il guizzo vincente”.

Se domenica pomeriggio per la prima volta in stagione non siete riusciti a gonfiare la rete c’è una porta inviolata da 300 minuti con un solo gol subito (su palla inattiva) nelle ultime cinque giornate, dopo un inizio con tanti gol subiti come siete riusciti a blindare definitivamente la difesa?

“Sapevamo benissimo che i numeri delle prime giornate non rispecchiavano il reale valore del reparto, era solo questione di tempo, nessuno di noi aveva mai giocato insieme in altre precedenti esperienze, dovevamo conoscerci, il mister sin dal primo giorno di ritiro ha lavorato intensamente sulla fase difensiva, i miglioramenti erano prevedibili, ora siamo più quadrati”.

Non c’è tempo per riposarsi, giovedì pomeriggio all’Aragona arriva il San Nicolò, sarà uno stimolo in più l’aver subito due giorni fa il sorpasso in classifica?

“In partite come queste gli stimoli è facile trovarli, a questo punto della stagione stare un punto avanti o dietro non cambia assolutamente niente, noi proveremo a sfruttare questa occasione per proseguire la nostra striscia utile con una vittoria per effettuare il controsorpasso in classifica”.

Se le favorite in estate stazionano stabilmente nei piani alti anche la Vastese con il passare delle domeniche continua a confermarsi una solida realtà, sarà lotta punto a punto con più squadre fino alla fine?

“Ripeto quanto già detto un mese e mezzo fa, la stagione si delineerà a febbraio, noi nei prossimi due mesi dovremo fare di tutto per restare attaccati alle prime posizioni poi bisognerà accelerare ancor di più nel rush finale per centrare un risultato prestigioso”.

Più informazioni su