vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Cerimonia scambio degli auguri dell’Associazione Carabinieri

Più informazioni su

VASTO. Con un minuto di silenzio alla memoria del vice brigadiere Gaetano Umberto Di Mucci, decano dell’Associazione nazionale Carabinieri deceduto all’età di 96 anni, ha avuto inizio ieri sera la tradizionale cerimonia dello scambio degli auguri nella sezione di Vasto. E’ stato il presidente, luogotenente Adriano Barattucci, a tratteggiarne la figura e lo stato di servizio di una persona squisita che ha saputo lasciare un ricordo che resterà indelebile. Barattucci ha ringraziato tutti i soci che hanno partecipato con passione ed entusiamo alla serie di iniziative che ha caratterizzato l’anno sociale. Ha portato il suo saluto il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Vasto, maggiore Giancarlo Vitiello, che ha voluto evidenziare i tanti appuntamenti che hanno reso visibile l’Arma dei Carabinieri ribadendo di “essere onorato di stare in mezzo a voi ed imparando a conoscervi in questi anni di servizio a Vasto”. Un forte messaggio allo spirito di Corpo è venuto dal generale di divisione della riserva Gianfranco Rastelli che parlando ai numerosi soci effettivi e simpatizzanti presenti ha ribadito come i Carabinieri abbiano radici profonde che fondano nei valori della solidarietà e del rispetto delle regole a servizio dei cittadini.

“Valori che dobbiamo trasmettere agli altri – ha detto in particolare – e che fanno la forza di questa associazione, composta da quanti hanno prestato servizio con onore, e che ci obbliga a trasmettere la nostra storia e le nostre tradizioni alla comunità”.

L’ultimo saluto, come regola non scritta ma che viene rispettata nell’Arma, quello del comandante della locale stazione dei Carabinieri, il luogotenente Antonio Castrignanò, che con la sua caratteristica semplicità ha stretto in un ideale abbraccio tutti i colleghi in servizio e quanti sono oramai in pensione ma che non dimenticano il loro passato a servizio dei cittadini.

Più informazioni su