vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lo zio di Italo D’Elisa: una vittima anche Fabio Di Lello, andava aiutato

Più informazioni su

VASTO. “La giustizia non è questa –ha detto in collegamento con Federica Panicucci conduttrice di Mattino 5, Alessandro D’Elisa, zio di Italo D’Elisa, il ragazzo ucciso ieri in Viale Perth con 4 colpi di pistola- la giustizia è quella che si fa nei Tribunali. C’è stata una disgrazia che ha colpito più famiglie. Abbiamo portato avanti il dolore con dignità. Non potete capire, un ragazzo di 21 anni che ha perso il lavoro, ha perso tutto. C’è stata una campagna di odio verso questo ragazzo, che vi assicuro era un ragazzo per bene, sensibile. Un ragazzo d’oro che ha subito una pressione mediatica. Una vittima anche l’altro ragazzo –continua Alessandro D’Elisa- parlando di Fabio Di Lello. Andava aiutato e non mettergli uno striscione davanti al locale dove lavorava e si recava ogni mattina. Abbiamo chiesto di avvicinarci alle famiglie ma ci hanno detto che era troppo presto, abbiamo aspettato con dolore e riservatezza”.

Intanto Fabio Di Lello è in carcere a Vasto. L’accusa per lui è di omicidio volontario si aspetta l’interrogatorio di garanzia. Il panificio Di Lello in via Roma dove il 34enne lavora oggi è chiuso. Poco lontano diverse auto parcheggiate e via vai di cronisti che cercano di scoprire i dettagli di questa terribile vicenda. Domani mattina è in programma l’autopsia sul corpo del giovane.

Più informazioni su