vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Alessandro D’Elisa: per Italo le campane suoneranno a festa – Video

Più informazioni su

VASTO. Alessandro D’Elisa consigliere comunale e zio di Italo, il giovane ucciso con tre colpi di pistola, si commuove quando parla del funerale del nipote previsto domani mattina. “Sarà portato a Furci –dice- il paese d’origine della madre che ha avuto il desiderio di farlo stare con la nonna a cui il ragazzo era molto legato. La mamma ha voluto per domani le campane a festa. Per noi non esiste odio, rancore. Credo anche per le altre famiglie. Domani sarà un giorno di festa per Italo. Un ragazzo semplice, buono, e disponibile. Il suo sogno era quello di entrare a far parte dei Vigili del fuoco. Ha fatto parte della Protezione civile ValTrigno di San Salvo. Era una persona disponibilissima. Purtroppo è stato sfortunato. Ha avuto un tragico incidente. Lavorava alla Denso di San Salvo. Dopo l’incidente, il trauma e il ricovero, per un po’ non ha lavorato e il contratto è andato a naturale scadenza a fine luglio, credo. E’ rimasto disoccupato. Gli era stata sospesa la patente per due anni. Andava in bicicletta, andava spesso a Punta Aderci. Aveva la bici anche quando è morto. Italo non aveva un motorino, nessuno in famiglia ne aveva uno”. Alessandro D’Elisa inoltre dichiara che il nipote non conosceva Fabio di Lello. C’è differenza di età con Di Lello che ha 35 anni. Siamo molisani, originari di Roccavivara. Italo quando si è trasferito a Vasto, con la famiglia nel 2007, aveva dieci anni. C’è differenza di età con Di Lello. Non c’erano cose che potessero unire o far incontrare le due sfere”.

Guarda il video a cura di Federico Cosenza:

Più informazioni su