vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Copagri, D’Amico: “Soddisfatti per il decreto legge, ma ci sono delle storture”

Più informazioni su

ABRUZZO. Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Luciano D’Amico, presidente della Copagri, ai parlamentari abruzzesi:

“Gentilissimi Signori Deputati e Senatori eletti in Abruzzo,

i contenuti del Decreto Legge approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 2 Febbario soddisfa la scrivente Confederazione Agricola regionale per gran parte perché va incontro alle richieste da Noi avanzate sia al Ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, quando c’è stato uno specifico incontro presso la Prefettura di Teramo, che al tavolo verde regionale tenuto presso l’assessorato retto dal Dott. Dino Pepe.

Il nostro auspicio è che l’iter parlamentare sia veloce e ci siano aggiustamenti e miglioramenti che rendano possibili sia un applicazione evidente, visibile e spedita che iter burocratici semplici alfine di far godere alle imprese agricole ed al territorio i maggiori benefici possibili in termini rapidi.

Da una attenta disamina dei contenuti del Decreto Legge si evidenziano però alcune storture che, con la presente, intendiamo segnalare alle SS LL e che, per la parte che ci compete, abbiamo già rappresentato all’assessore regionale alle Politiche Agricole che ci ha assicurato condivisione ed assecondamentoIn particolare segnaliamo che, per le aziende zootecniche che hanno subito danni alle strutture con morte dei capi, solo quelle site nei comuni del “cratere sismico” avranno benefici per i capi detenuti in stalla al 31/7/2016 e contributi diretti atti sia alla ricostituzione del patrimonio zootecnico andato perduto che alla ricostruzione delle strutture distrutte.

Questa discrasia andrebbe presto superata nel dibattito di merito che si svilupperà sia nelle apposite commissioni parlamentari che nelle aule con l’estensione di questi benefici a tutto il territorio della regione Abruzzo perché, danni materiali ed economici alle imprese agricole zootecniche, si sono avuti anche in realtà comunali fuori dal “cratere sismico”; difatti abbiamo segnalazioni di danni a stalle, morti di capi bestiame, mancata consegna di latte anche da centri diversi.

Tutto ciò non direttamente legato ai ripetuti eventi sismici, che ancora sistematicamente continuano con ripetuti episodi quotidiani, ma alle reiterate nevicate e gelate del mese scorso.

Inoltre, sempre da un attenta disamina dei contenuti il Decreto Legge, non c’è una posta precisa che indirizza fondi specifici alla ricostituzioni della viabilità rurale ed interpoderale gravemente danneggiata dalle numerose frane e smottamenti si stanno realizzando in questi giorni con lo scioglimento della copiosa ed eccezionale nevicata c’è stata in Abruzzo nel mese scorso.

Alla Presidenza nazionale della Copagri, che legge la presente per doverosa conoscenza, chiediamo di farsi carico di questa segnalazione e di rappresentarne i contenuti nelle certe audizioni parlamentari che ci saranno nel corso della disamina del Decreto Legge.

In attesa di cortese e solerte riscontro, con l’occasione, porgiamo i più vivi e cordiali saluti”.

Il Presidente Regionale (Agr. Camillo D’AMICO)

Più informazioni su