vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rigopiano, una fiction sulla tragedia ed è subito polemica

Più informazioni su

RIGOPIANO. Accertata la notizia: a partire dal mese di settembre 2017 inizieranno le riprese per la fiction sulla tragedia che ha coinvolto l’Hotel Rigopiano il 18 gennaio scorso. Una novità che in poche ore ha già sconvolto moltissime persone, in particolare i familiari delle vittime che hanno perso la vita in seguito alla slavina. La fiction avrà la durata di quattro puntate, nelle quali verranno ripercorsi gli attimi vissuti quel terribile pomeriggio da chi aveva raggiunto Farindola al solo scopo di concedersi un po’ di relax.

“È un progetto molto importante – comunica la casa di produzione Taodue, amministrata da Pietro Valsecchi – che stiamo scrivendo con il supporto e il coinvolgimento di chi ha vissuto in prima persona questa vicenda: superstiti, famigliari delle vittime, soccorritori. (…)  Sono state giornate che abbiamo seguito tutti con emozione e partecipazione, in un’alternanza di sentimenti, dalla trepidazione per chi era intrappolato, il sollievo per chi è stato salvato, la commozione per le vittime, l’ammirazione per chi ha lottato fino all’ultimo per salvare vite umane e infine anche la legittima domanda che tutti si pongono: si poteva evitare questa tragedia? (…) Inoltre – si legge nella nota di Taodue –  vorremmo fare luce sulla verità dei fatti e insieme rendere omaggio alle vittime e a tutti quegli uomini e donne che in condizioni proibitive e a rischio della loro stessa vita, non si sono risparmiati, lavorando senza tregua per cercare i superstiti.”

La polemica è già in corso e se ne fa portavoce la famiglia di Salvatore Feniello, una delle 29 vittime della valanga.  “Apprendiamo con enorme stupore – dice il legale dei Feniello Camillo Graziano – che la casa produttrice Taodue ha in programma di realizzare una fiction televisiva sulla tragedia di Rigopiano. Stupore dettato, soprattutto, dalle tempistiche: a nemmeno un mese dal fatto, c’è già chi pensa a trasformare un dramma di tali proporzioni in una serie tv. Leggiamo, inoltre, che le riprese inizieranno a settembre per andare in onda a gennaio 2018 e che addirittura stanno già lavorando al progetto, con ‘il supporto e il coinvolgimento di chi ha vissuto in prima persona questa vicenda: superstiti, famigliari delle vittime, soccorritori. (…)Precisato che supporto e coinvolgimento alla famiglia Feniello non ne è stato mai chiesto ci chiediamo che senso abbia, in questo momento, una fiction il cui scopo, a dire del signor Valsecchi, sarebbe anche quello di ‘fare luce sulla verità dei fattì. La verità dei fatti la sapremo solo quando si saranno celebrati tutti i gradi di giudizio, non certo dopo aver visto una serie televisiva scritta all’indomani della tragedia».

Più informazioni su