vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Terza sconfitta consecutiva per la Vastese, all’Aragona passa il Matelica 3-1 foto

Più informazioni su

VASTO. La nuova Vastese targata Favo dopo due passi falsi consecutivi nelle precedenti giornate e’ chiamata alla svolta. Nei biancorossi la novità e’ il modulo, si e’ passati dal 4-3-3 di Colavittiana memoria al 4-2-3-1. L’altra novita’ e’ tra i pali, con Rinaldi che prende il posto di Russo, mentre sulla fascia destra confermato De Cinque per Manisi. La corazzata Matelica e’ in formazione tipo con il trio Evacuo, Esposito, Baldinini a formare l’attacco marchigiano.
LA PARTITA. Parte subito forte il Matelica. Al terzo Titone viene fermato in fuorigioco, inutile la conclusione del numero 7.
Lo stesso succede al settimo dall’altro lato. Fiore illumina per Prisco. Il numero 9 viene fermato per posizione irregolare, con la conclusione che va sulla traversa.
Al nono il Matelica passa. Azione sull’out di sinistra, palla al centro che arriva a Baldinini. Il numero 11 la piazza senza difficoltà, a due passi da Rinaldi.
La Vastese e’ in bambola ed i marchigiani ne approfittano. Esposito sale in cattedra, si infila in area di rigore e piazza un destro a giro sul palo lontano. Rinaldi non può arrivarci 2-0.
Per la risposta della Vastese bisogna attendere il 26esimo. Prisco scattato sul filo del fuorigioco, controlla di petto e batte Marcantonio con un preciso diagonale. 2-1 e partita riaperta.
Al 37esimo Cosenza lancia Prisco, sponda del numero 9 per Felici. L’esterno biancorosso calcia malamente. Si va al riposo sul 2-1 ospite. Avvio shock per la Vastese, poi la reazione che permette agli uomini di Favo di restare in gara.
Nella ripresa riparte forte il Matelica, come ad inizio partita. Al terzo è Baldinini ad essere pericoloso con una conclusione da fuori. In qualche modo si oppone Rinaldi.
All’ undicesimo occasionissima per la Vastese sui piedi di Felici. Il numero 11 chiude il triangolo con Prisco, che gli restituisce una palla d’oro. Salva tutto l’estremo ospite in uscita.
La Vastese e’ in crescita. Prisco ci prova in accrobazia al 18esimo, palla alta di un soffio.
Un minuto dopo la squadra di casa va in rete con lo stesso numero 9, l’arbitro annulla per fuorigioco tra le proteste dei locali.
Al 22esimo Rinaldi salva su Baldinini, servito da un assist al bacio di Titone.
Al 28esimo brutta palla persa a centrocampo da Tafili e riparte il Matelica. Rinaldi si supera, opponendosi alla grande alla conclusione di Baldinini. Continua la sfida nella sfida tra i due.
Al 32esimo Esposito viene steso in area di rigore da De Cinque, per l’arbitro non ci sono dubbi e assegna il penalty. Sul dischetto va Titone che sigla il 3-1.
Da qui alla fine non ci saranno altre emozioni con la gara che termina su questo punteggio. Per la Vastese continua il momento no, incassando la terza sconfitta consecutiva. A pesare quest’oggi sicuramente la partenza difficile dei padroni di casa e non e’ bastata la reazione per limitare i danni. Troppo presto per valutare gli effetti della cura Favo, da segnalare pero’ che per i biancorossi si tratta del terzo penalty contro in altrettante gare, anche se quello di oggi e’ apparso più solare rispetto ai precedenti.

VASTESE – MATELICA: 1 – 3  10’ pt Baldinini(M), 12’ pt Esposito(M), 28’ pt Prisco(V), 33’st Titone rig.(M)

VASTESE: Rinaldi, De Cinque, Mensah, Tafili, Allocca, Campanella, Cosenza(15’st Santoro), Manzo(24’st Romano), Prisco, Fiore, Felici(37’st Galizia). A disposizione: Russo, Bartoli, Manisi, Napoletano, Irace, Colitto. All. Favo

MATELICA: Marcantognini, Candolfi, Bartolini, Marsili, Gilardi, Rosania(7’st Lispi), Titone, De Cerchio, Evacuo(19’st Perfetti), Esposito(37’st Boldrini), Baldinini. A disposizione: Lo Monaco, Dano, Geromin, D’Orazio, Lunardini, Frinconi. All. Mecomonaco

ARBITRO: Michele Di Cairano di Ariano Irpino (Battista di Torre del Greco e D’Apice di Castellammare di Stabia)

NOTE: Spettatori: 1400; Ammoniti: Manzo, Allocca, De Cinque(V), De Cerchio, Rosania, Boldrini(M); Recupero: 1’ e 4’.

Più informazioni su