vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Angelo Angelucci: “A San Salvo nessuno deve restare indietro” foto

Più informazioni su

SAN SALVO. Si è tenuta  nella tarda mattinata di oggi nella piazza antistante il Municipio di San Salvo la presentazione ufficiale di Angelo Angelucci alle prossime amministrative. Presenti  anche Fabio Travaglini, Silvia Di Virgilio ed Emanuele Di Nardo con alle loro spalle lo slogan: “Un’altra città è possibile”.  Sono tre le liste a sostegno del candidato sindaco: San Salvo Democratica,  Più San Salvo e  San Salvo Bene Comune.

recupero

Ad aprire l’incontro è stato lo stesso Angelucci che dopo aver raccontato parte della sua vita ha pian piano snocciolato i vari temi su cui si concentrerà la sua compagna elettorale, con due su tutti: sicurezza e lavoro.

“Sono due temi strettamente legati” – ha affermato Angelucci“Il benessere permette di avere più sicurezza. Serve sostenere le famiglie, i giovani e soprattutto creare l’opportunità  per cui le aziende tornino ad investire su San Salvo come in passato”.

Il candidato alla poltrona  di sindaco inoltre non chiude a possibili accordi nell’ottica di un eventuale ballottaggio: “Sicuramente chiederemo un sostegno alle altre forze di centrosinistra”.

Infine sulla sua presunta incompatibilità con il ruolo ricoperto presso il patronato ha affermato: “In caso di elezione non mi dimetterò. Sono un dipendente e non svolgo lì nessun ruolo politico.”

Angelucci ha concluso il suo discorso dicendo: “Nessuno deve restare indietro con Angelucci sindaco. Non posso togliere, solo dare. Bisogna credere nel cambiamento, nella svolta. Pensare un’altra città è possibile.”

Fabio Travaglini, che presenta una lista a sostegno di Angelucci, durante il suo intervento ha affermato:  “Non possiamo più permettere la disgregazione del nostro territorio. Puntiamo su 7 punti semplici e chiari.  Oggi il problema di San Salvo è la mancanza di  progettualità, dobbiamo lavorare in questo senso.”

Travaglini inoltre ha spiegato le ragioni per cui ha lasciato il suo incarico in regione nello staff di D’Alfonso:

“Il mio ruolo in regione non era compatibile  con l’indipendenza che noi vogliamo dimostrare con questa coalizione ed è per questo che ho deciso di lasciarlo per dedicarmi a San Salvo con la massima indipendenza e senza condizionamenti”.

Silvia Di Virgilio ha invece centrato il suo intervento sull’importanza che rivestono certi ambienti della città come il centro storico e su come si debba lavorare per ricucire la società sansalvese attaverso un “laboratorio”.

Anche Emanuele Di Nardo ha preso la parola affermando: “Oggi vediamo una città stanca nonostante le potenzialità. Crediamo nel cambiamento, quello che ci lega è l’amore per questa città”.

 

 

Più informazioni su